Scritto: Venerdì, 26 Febbraio 2016 16:30 Ultima modifica: Lunedì, 29 Febbraio 2016 08:02

Uno sguardo da vicino al polo sud di Chury


Ora che Rosetta può nuovamente volare vicino al nucleo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko, dopo il perielio del 13 agosto 2015, gli scienziati sono stati in grado di ottenere nuove viste ravvicinate dell'emisfero meridionale.

Rate this item
(0 votes)
Uno sguardo da vicino al polo sud di Chury Credit: ESA/Rosetta/OSIRIS/El-Maarry et al (2016, in preparation)

Questa settimana la sonda si è avvicinata fino a 35 chilometri dal nucleo, il che significa che la fotocamera ad alta risoluzione OSIRIS è stata in grado di catturare immagini con una risoluzione di circa 80 centimetri per pixel.

Grazie a questi dati, il team ha pubblicato nuove mappe aggiornate, in cui sono state completate zone ancora non definite e stabiliti i confini di tre nuove regioni: Bes, Geb e Neith.

Seguendo la nomenclatura già assegnata alle altre 23 regioni, anche queste prendono il nome da divinità egizie.
"Le regioni del polo sud seguono con lo stesso criterio di denominazione con divinità maschili per il grande lobo della cometa (o corpo) e divinità femminili per il piccolo lobo (o testa), mentre le regioni del collo, Hapi nell'emisfero settentrionale e Sobek in quello meridionale, rappresentano gli dei del Nilo", ha spiegato nel report Ramy El-Maarry dell'Università di Berna, membro del team di mappatura del nucleo.

"L'emisfero meridionale sembra appiattito rispetto al nord ma possiamo ancora trovare grandi scogliere nella regione di Neith sul piccolo lobo (dalla parte opposta di Hathor a nord), Geb e Anhur sul grande lobo (contrapposte a Seth)"
"Ci sono meno variazioni dovute all'assenza di depositi lisci, di una patina polverosa e di grandi depressioni", spiega ancora Ramy, aggiungendo "il vantaggio è che senza polvere possiamo studiare la superficie effettiva del nucleo e abbiamo meno nomi da memorizzare!".

Tuttavia, anche se questa mappa fornisce già un utile guida per il polo sud di Chury, il team avrà bisogno ancora di altre immagini per definire con precisioni caratteristiche e confini.

Altre informazioni su questo articolo

Read 1154 times Ultima modifica Lunedì, 29 Febbraio 2016 08:02
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 29 Settembre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 29 Settembre [updated on S...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 28/9 - Sol 653] - Meteoro...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 28 Settembre [Last upd...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 28 Settembre [Last upd...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista