Scritto: Sabato, 11 Luglio 2015 07:32 Ultima modifica: Sabato, 11 Luglio 2015 08:12

Rosetta di nuovo in contatto con Philae


Dopo qualche giorno di silenzio (e di panico!), il 9 luglio, tra le 19:45 e le 20:07, Philae ha parlato nuovamente con Rosetta.
La nuova trasmissione è merito del secondo tentativo di comunicazione con lo strumento COmet Nucleus Sounding Experiment by Radiowave Transmission (CONSERT).

Rate this item
(0 votes)
Rosetta di nuovo in contatto con Philae Credit: ESA

Dopo aver provato, senza risultati, la prima volta il 5 luglio, il team aveva schedulato una nuova sessione di comunicazione per venerdì.
CONSERT, un transponder nato per ricevere, amplificare e ritrasmettere il segnale tra Rosetta e Philae, utilizzato per studiare la tomografia e le proprietà elettriche del nucleo, lavora con un segnale meno direzionale rispetto ai 3GHz delle comunicazioni standard ed è studiato per migliorare il rapporto segnale/rumore. La squadra sperava, così, di ristabilire una comunicazione con il lander, rimasto in silenzio dal 24 giugno.

Questa volta, l'esperimento ha avuto successo: anche se la connessione è caduta più volte, alla fine il Lander Control Center (LCC) al DLR, a Colonia (Germania), è riuscito a mantenere un segnale stabile per 12 minuti.

@Philae2014
Is anyone there? Am I speaking loud enough? #lifeonacomet

@ESA_Rosetta

I'm hearing you @philae2014 but it's a difficult connection. Details to follow...!

@Philae2014
That’s great @ESA_Rosetta! I hope we can talk for more than 12 minutes next time... #lifeonacomet

"Questo segno di vita da Philae ci dimostra che almeno una delle unità di comunicazione del lander rimane operativa e riceve i nostri comandi", ha detto Koen Geurts, membro del team di controllo del lander.

Dopo un comando inviato il 5 luglio per accendere le fotocamere, Philae era rimasto in silenzio, tanto che anche il team aveva iniziato a chiedersi se fosse ancora vivo e sopravvissuto all'aumento dell'attività cometaria.
"Non abbiamo mai rinunciato a Philae e siamo rimasti ottimisti", ha detto Geurts.

Uno dei principali ostacoli, tuttavia, è che Philae non può comunicare direttamente con la Terra ma il suo segnale deve passare tramite Rosetta che fa da ponte radio. Anche se il team, al risveglio inatteso del lander, aveva cercato di modificare la traiettoria dell'orbiter per migliorare la geometria delle comunicazioni, la configurazione di volo non è ottimale.

Ora, la temperatura interna di Philae ha raggiunto i 0° C e questo dovrebbe garantire una buona carica delle batterie e la possibilità di svolgere attività scientifiche indipendentemente dalle ore di luce che riceve durante il giorno cometario.
Tuttavia, dal momento in cui l'orbita di Rosetta non è cambiata nelle ultime tre settimane, la squadra è perplessa e non riesce a spigarsi perché il lander appaia in ottima forma ma risponda alle comunicazioni in modo apparentemente casuale.
"Non abbiamo ancora una spiegazione del perché il lander ha comunicato oggi ma non negli ultimi giorni", ha aggiunto Geurts.

"Tuttavia, una cosa è certa: Philae è sopravvissuta alle dure condizioni cometarie e risponde ai comandi da parte del team. Questa è un'incredibile notizia per noi", ha concluso Geurts.

Read 1993 times Ultima modifica Sabato, 11 Luglio 2015 08:12
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

 Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 23 Settembre [updated on S...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 23 Settembre [Last upd...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 22/9 - Sol 648] - Meteoro...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista