Scritto: Sabato, 19 Novembre 2016 06:24 Ultima modifica: Sabato, 19 Novembre 2016 15:49

Dawn: in volo su Occator


Una suggestiva vista obliqua sul cratere Occator è stata ripresa dalla sonda della NASA Dawn il 18 ottobre 2016.

Rate this item
(0 votes)
Questa immagine è stata ripresa dalla sonda della NASA Dawn il 17 ottobre 2016, durante la missione estesa XMO2, da 1.480 chilometri sopra la sperficie. Riprende l'emisfero settentrionale del pianeta nano Cerere, dove spicca il cratere Occator, famoso per i suoi "bright spot". Questa immagine è stata ripresa dalla sonda della NASA Dawn il 17 ottobre 2016, durante la missione estesa XMO2, da 1.480 chilometri sopra la sperficie. Riprende l'emisfero settentrionale del pianeta nano Cerere, dove spicca il cratere Occator, famoso per i suoi "bright spot". Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Occator è un grande cratere, largo 92 chilometri e profondo 4, che si trova nell'emisfero settentrionale del pianeta nano Cerere, diventato famoso per le aree brillanti al suo interno che da tempo suscitano un enorme interesse scientifico. Gli ultimi studi suggeriscono che i cosiddetti "Bright Spot" contengono sali, dominati dal carbonato di sodio che sulla Terra è associato agli ambienti idrotermali.

La foto in apertura è stata scattata durante l'orbita XMO2 (second extended-mission science orbit) della seconda missione estesa, da una distanza di circa 1.480 chilometri dalla superficie di Cerere.
Dawn aveva raggiunto la nuova quota operativa a fine settembre entrando nel suo decimo, e probabilmente ultimo, anno di attività.

Un altro scatto del 18 ottobre 2016, con una risoluzione di circa 140 metri per pixel, riprende invece il cratere con un'angolazione più classica. Questa, combinata con una riresa molto simile catturata durante l'orbita HAMO (High Altitude Mapping Orbit) e con la stessa risoluzione, può aiutare ad osservare Occator in 3D. Prendete gli occhialini! (Entrambi i processing sono disponibili nella nostra gallery).

Cerere Occator anaglifo PIA19889-PIA21227

Cerere Occator anaglifo PIA19889-PIA21227
Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA
Processing Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverseimages.com

Il team ha anche rilasciato un'elaborazione in colori naturali di Cerere che mostra, quindi, come i colori del pianeta nano dovrebbero apparire all'occhio umano.
Questa composizione, realizzata dal centro aerospaziale tedesco, combina le immagini scattate con i filtri rosso, verde e blu durante la prima orbita di Dawn nel 2015.
Il colore è stato calcolato utilizzando uno spettro di riflettanza, basato sulle diverse lunghezze d'onda riflesse dalla superficie quando viene illuminata dalle diverse lunghezze d'onda della luce solare.

Cerere in colori naturali

 Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA

Il 4 novembre, Dawn ha iniziato la sesta orbita scientifica della fase XMO2, ad una distanza di 7.200 chilometri da Cerere, il cui obiettivo è perfezionare le misure raccolte in precedenza.

Read 1588 times Ultima modifica Sabato, 19 Novembre 2016 15:49
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

 Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 23 Settembre [updated on S...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 23 Settembre [Last upd...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 22/9 - Sol 648] - Meteoro...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista