19 July 2013 Saturn Mosaic Wave At Saturn

19 July 2013 Saturn Mosaic Wave At Saturn
Credit: NASA/JPL/Space Science Institute - Processing: 2di7 & titanio44

Un nuovo studio presentato all'American Geophysical Union (AGU 2013) a San Francisco, suggerisce che gli anelli di Saturno sarebbero vecchi più o meno quanto il pianeta e il nostro Sistema Solare: si sarebbero formati 4,4 miliardi di anni fa.

L'origine degli anelli di Saturno è sempre stata al centro di un acceso dibattito.Alcuni suggerivano che si trattava di strutture relativamente giovani, altri che risalissero alle origini del Sistema Solare, scenario che ormai sembra essere confermato grazie alla grande quantità di informazioni inviate a Terra dalla sonda della NASA Cassini.

In base a quanto rilevato dalla sonda, "gli anelli principali sarebbero [estremamente] antichi, piuttosto che qualche centinaia di milioni di anni", sottolinea Sascha Kempf, dell'Università del Colorado a Boulder.

Gli anelli di Saturno, tanto affascinanti e scenografici nelle immagini della Cassini, si estendono su un piano molto sottile, per 280.000 chilometri ma spesso solo una decina di metri.

Saturn W00085328 - 32 cb3 red grn bl1 vio filters 2nd dicember

Saturn W00085328 - 32 cb3 red grn bl1 vio filters 2nd dicember
Credit: NASA/JPL/Space Science Institute - Processing: 2di7 & titanio44

Sono composti principalmente da ghiaccio d'acqua ma contengono anche piccole quantità di materiale roccioso fornito dal bombardamento di micro-meteoroidi.

Kempf e colleghi hanno usato il Cosmic Dust Analyzer (CDA), a bordo della sonda, per misurare la frequenza con cui tali particelle attraversano il sistema di Saturno, scoprendo che solo una piccolissima quantità del materiale viene a contatto con gli anelli.

In media, solo 0.0000000000000000001 grammi (o 10^-19 grammi, in forma compatta!) di polvere per centimetro quadrato arriva dallo spazio ogni secondo ad una distanza compresa tra i 5 e i 50 raggi di Saturno.

Considerato, quindi, che il nuovo materiale si aggiunge al sistema con un tasso veramente basso, il team ha calcolato che gli anelli sono probabilmente molto antichi, di 4,4 miliardi di anni.

Kempf e il suo team sono anche stati in grado di ricostruire l'orbita di molte particelle, determinando che la maggior parte provengono dalla Fascia di Kuiper, la fascia di asteroidi che si estende dall'orbita di Nettuno, ma alcune sembrano arrivare da ancora più lontano, dalla Nube di Oort e, addirittura, dallo spazio interstellare.
Tale situazione rende sicuramente Saturno un posto unico, ben diverso dal Sistema Solare interno, protetto dall'enorme attrazione gravitazionale di Giove.