Scritto: Venerdì, 16 Settembre 2016 08:27 Ultima modifica: Venerdì, 16 Settembre 2016 11:51

Cassini: inizia il countdown per il "Grand Finale"


Dopo 12 anni in orbita nel sistema di Saturno, la sonda della NASA Cassini ha iniziato ieri il suo ultimo anno di viaggio.

Rate this item
(0 votes)
Saturno ripreso dalla Cassini il 7 settembre 2016 nei filtri infrarosso (cb3), grn e ultravioletto (vio) Saturno ripreso dalla Cassini il 7 settembre 2016 nei filtri infrarosso (cb3), grn e ultravioletto (vio) Crediti: NASA/JPL-Caltech - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Sembra impossibile che questa fantastica missione stia per finire, una missione a cui sono particolarmente legata perché le immagini di Saturno e le sue lune sono state le prime su cui ho iniziato a sperimentare l'image processing diversi anni fa. Ma i prossimi mesi saranno molto interessanti, degni di un "Grand Finale", nome che contraddistingue quest'ultima fase.

Qui sotto il countdown aggiornato a questa mattina.

Cassini Countdown

Crediti: NASA

Il 29 novembre 2016 un fly-by attorno a Titano, T-127, avvicinerà la Cassini a circa 10.000 chilometri da Saturno, entro l'anello F. Qui la sonda sarà impegnata in 20 orbite, chiamate appunto "F-ring orbits", esplorando la regione da una distanza mai raggiunta prima. Osserverà da vicino le fluttuazioni, gli sbuffi luminosi ed i piccoli oggetti che viaggiano all'interno di questo anello estremamente dinamico.
"L'ultima volta che siamo arrivati così vicino agli anelli è stato durante l'arrivo a Saturno nel 2004 ma avevamo osservato solo il lato retroilluminato. Ora abbiamo decine di opportunità per esaminare la loro struttura ad altissima risoluzione da entrambe le parti", ha detto Linda Spilker, scienziato della missione Cassini al JPL.

Il 22 aprile 2017 un fly-by finale attorno a Titano, sposterà il periasse della Cassini ancora più internamente, tra l'anello D e Saturno.
Da questa nuova posizione, ad ogni passaggio ravvicinato, 22 in tutto di cui il primo è programmata per il 27 aprile, la sonda passerà a soli 3.800 chilometri dalle nubi del pianeta.
"Abbiamo utilizzato la gravità di Titano durante tutta la missione per fiondare la Cassini attorno al sistema di Saturno. Ora Titano ci viene nuovamente in aiuto per portare la sonda in queste regioni completamente inesplorate così vicino al pianeta", ha detto Earl Maize responsabile della missione al JPL.

Cassini: Grand Finale

Crediti: NASA /JPL

Durante il "Grand Finale", Cassini potrà misurare il campo magnetico e gravitazionale di Saturno da una distanza ravvicinata con squisita precisione e restituire osservazioni dettagliate dell'atmosfera del pianeta.
Gli scienziati sperano anche di acquisire nuove informazioni sulla struttura interna del gigante gassoso, sulla lunghezza precisa di un giorno saturniano e sulla massa totale degli anelli, un dato che potrà risolvere il mistero della loro età. Inoltre, la sonda analizzerà direttamente le dimensioni delle particella di polvere che formano gli anelli principali e campionerà l'atmosfera del pianeta.
"E' come iniziare una nuova missione", ha commentato Spilker.

Il 15 settembre 2017, la Cassini entrerà per l'ultima volta nell'atmosfera di Saturno dove continuerà a raccogliere ed a trasmettere dati fino a quando non verrà schiacciata e vaporizzata.

Cassini infografica

Quella in apertura è una delle recenti immagini del polo nord di Saturno riprese dalla sonda.
La foto è stata scattata il 7 settembre e qui elaborata in una versione multi-filtro, dall'infrarosso all'ultravioletto. Il file è disponibile in full-size nella nostra gallery.
Dall'inizio del 2016 i fly-by attorno a Titano hanno innalzato progressivamente l'inclinazione dell'orbita rispetto al piano equatoriale del pianeta e degli anelli. Una configurazione di volo che ha ridotto gli incontri ravvicinati con le lune a favore di viste spettacolari sull'esagono del pianeta.

L'esagono di Saturno ripreso dalla Cassini l'11 settembre 2016 (W00101094-97 filtri: red, grn, bl, uv)

L'esagono di Saturno ripreso dalla Cassini l'11 settembre 2016 (W00101094-97 filtri: red, grn, bl, uv)
Crediti: NASA/JPL-Caltech - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Altre informazioni su questo articolo

Read 1730 times Ultima modifica Venerdì, 16 Settembre 2016 11:51
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 15 Luglio [updated on Jul...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 14 Luglio [Last update...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 14 Luglio [Last update...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 12/7/20 - Sol 577] - Mete...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 11/7/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista