Scritto: Giovedì, 22 Settembre 2022 01:42 Ultima modifica: Giovedì, 22 Settembre 2022 04:58

Un satellite ambientale cinese vola con il CZ-2D


La Cina ha lanciato in orbita il satellite Yunhai-1-02 per il controllo ambientale per mezzo di un razzo Chang Zheng 2D, decollato dal Centro Lancio Satelliti di Jiuquan. Come al solito poco si conosce di questa nuova missione.

Rate this item
(2 votes)
Nella foto il decollo del razzo Chang Zheng-2D con il satellite meteorologico Yunhai-1-03.
Nella foto il decollo del razzo Chang Zheng-2D con il satellite meteorologico Yunhai-1-03.
Credito: Wang Heng/Xinhua.

 Alle 7:15, ora di Pechino, del 21 settembre (le 23:15 UTC del 20 settembre), un razzo Chang Zheng 2D (Lunga Marcia 2D) è decollato dalla rampa SLS-2 del Centro Lancio Satelliti di Jiuquan con a bordo il carico utile Yunhai-1-03. Il satellite è stato etichettato come un veicolo spaziale per la prevenzione dei disastri e la mitigazione degli ambienti atmosferici, marini e spaziali. Sebbene questo sia lo scopo ufficiale, questa potrebbe essere la solita definizione generica per non rivelare il vero scopo del satellite. Infatti anche il peso del carico utile e le specifiche tecniche esatte rimangono sconosciute.

 Secondo CASC (Cina Aerospace Science and Technology Corporation, il braccio operativo dell'agenzia spaziale cinese CNSA), la preparazione del razzo per il lancio, dopo l'arrivo del carico utile, ha richiesto solo 11 giorni. YUNHAI-1-03 stato costruito dalla Shanghai Academy of Spaceflight Technology (SAST), così come il razzo per questo lancio. Il carico utile è stato rilasciato in un'orbita di 754 x 776 km con un'inclinazione di 98,5°.

 I carichi utili Yunhai sono una serie di satelliti meteorologici che di solito vanno su un'orbita sincrona con il Sole. Il carico utile Yunhai-1-02 è stato lanciato il 25 settembre 2019, sulla stessa configurazione del razzo del lancio di oggi. Il primo Yunhai-1 venne lanciato nel 2016.

 Il razzo per questo lancio è il Chang Zheng 2D. È alto 41 metri con un diametro di 3,35 metri e una massa al decollo di 232.250 kg. Utilizza la miscela ipergolica di dimetilidrazina asimmetrica (UDMH) e tetrossido di diazoto (N2O4), che è una combinazione comune utilizzata dai vecchi razzi Chang Zheng, come il Chang Zheng 2, 3 e 4. Il primo stadio è alto 27,91 metri e costituisce la maggior parte delle dimensioni e della massa del razzo. È spinto da quattro motori YF-21C che producono 2.961 kN di spinta, con un impulso specifico di 260 secondi. Dopo che il primo stadio ha terminato il suo compito, prende il sopravvento il secondo stadio. È alto 10,9 metri con una massa di 52.700 kg e un motore principale YF-22C che lo alimenta. È assistito da quattro motori a nonio YF-23C che aiutano a guidare il razzo durante questa fase del volo. Il secondo stadio produce 742 kN di spinta.

 Questa è stata la 65esima missione del Chang Zheng 2D, il suo ottavo volo nel 2022 e il 64esimo volo riuscito del razzo. Si è trattato inoltre del 119esimo lancio orbitale globale del 2022, il 115esimo a concludersi con successo ed il 39esimo per la Cina.

Letto: 508 volta/e Ultima modifica Giovedì, 22 Settembre 2022 04:58

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 8 dicembre 2022

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 7 dicembre. Statistiche su...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB