Ecco il comunicato che la Roscomos ha pubblicato dopo la firma del 9 marzo 2021.

Dmitry Rogozin, direttore generale della Corporazione Statale Roscosmos, e Zhang Kejian, capo dell'Agenzia Spaziale Nazionale Cinese, hanno firmato un memorandum d'intesa a nome dei governi della Federazione Russa e il governo della Repubblica Popolare Cinese per la cooperazione nella creazione della Stazione Lunare Scientifica Internazionale (ILRS - International Lunar Research Station). La Roscosmos e CNSA, guidati dai principi della distribuzione paritaria di diritti e obblighi, promuoveranno la cooperazione nella creazione di un sistema spaziale ad accesso aperto per tutti i paesi interessati e partner internazionali, con l'obiettivo di rafforzare la cooperazione nella ricerca e promuovere l'esplorazione e l'uso di spazio esterno per scopi pacifici per gli interessi di tutta l'umanità. La Stazione Lunare Scientifica Internazionale è un complesso di strutture di ricerca sperimentale create sulla superficie e/o nell'orbita della Luna, progettate per svolgere lavori di ricerca multidisciplinari e polivalenti, tra cui l'esplorazione e l'uso della Luna, osservazioni lunari, esperimenti di ricerca fondamentale e verifiche tecnologiche con possibilità di funzionamento senza equipaggio a lungo termine con la prospettiva di una presenza umana sulla Luna. Nell'ambito del progetto per la creazione dell'ILRS, Russia e Cina, utilizzando la loro esperienza nel campo della scienza spaziale, la creazione e l'uso della tecnologia spaziale e delle tecnologie spaziali, svilupperanno congiuntamente una tabella di marcia per la realizzare ILRS, oltre a condurre una stretta interazione nella pianificazione, giustificazione, progettazione, sviluppo, implementazione, funzionamento del progetto per la creazione della stazione, compresa la sua presentazione alla comunità spaziale mondiale. La Russia e la Cina tradizionalmente si sforzano di sviluppare la cooperazione nel campo delle tecnologie spaziali, delle scienze spaziali e dell'uso dello spazio.

russia cina lunar aggrement 09032021

Nelle immagini la firma, in collegamento online, degli accordi Russia-Cina per l'esplorazione lunare. Credit: Roscosmos

Ad oggi, nell'ambito dell'interazione nel campo dell'esplorazione lunare e dello spazio profondo, è stato firmato e viene attuato con successo un accordo tra la Roscosmos e l'Amministrazione Spaziale Nazionale Cinese sulla cooperazione nell'ambito del coordinamento della missione russa con la sonda orbitale Luna-Resurs-1 e la missione di ricerca cinese nella regione polare della Luna "Chang'e-7", nonché l'accordo tra la Roscosmos e la CNSA sulla cooperazione nel creazione di un Data Center congiunto per l'esplorazione della Luna e dello spazio profondo.

La Russia, con questo accordo, di cui era emersa proprio la versione di Roscosmos a inizio febbraio, si avvicina ancora all’orbita di influenza cinese e di conseguenza si allontana ancora di più da una partecipazione al programma Artemis e alla costruzione del Gateway in orbita lunare. La Cina ha proposto la propria base lunare abitata lo scorso agosto e, oltre alla Russia, anche l'ESA si era detta molto interessata. Ne la Cina ne la Russia infatti hanno ancora manifestato interesse nel firmare gli Accordi Artemis, prerequisito minimo per instaurare collaborazioni con NASA e Stati Uniti nell’esplorazione lunare. A questo punto potrebbe scattare una 'gara lunare' fra due blocchi spaziali, che però sarebbe soltanto a discapito di un approccio veramente internazionale e coinvolgente per gli scopi pacifici dell'esplorazione umana dello spazio.