Scritto: Giovedì, 23 Luglio 2020 07:15 Ultima modifica: Lunedì, 27 Luglio 2020 05:50

Tianwen-1 lanciata verso Marte!


E' da poco giunta notizia del lancio avvenuto con successo della prima missione cinese verso Marte, con a bordo un orbiter, un lander e un rover.

Rate this item
(1 Vote)
Il lancio avvenuto stamane in una lunga esposizione Il lancio avvenuto stamane in una lunga esposizione Credits: CNSA

 La notizia sta imperversando sulla rete e in mattinata sono apparse le prime suggestive fotografie ed anche un video del maestoso decollo, con i commenti entusiastici del pubblico.

 Come comunicato dall'agenzia spaziale nazionale, il vettore Lunga Marcia 5 si è sollevato dal "Wenchang Space Launch Site" sulla costa nord-orientale dell'isola di Hainan (isola meridionale della Cina) alle 12:41 ora locale: "Le dirette hanno mostrato un decollo di successo, con la scia arancione dei razzi attraverso cieli azzurri. Centinaia di appassionati di spazio hanno gridato eccitati su una spiaggia dall'altra parte della baia dal sito di lancio" riporta l'agenzia AP news. Dopo un volo di circa 2167 secondi, la sonda è stata immessa con successo in una traiettoria di trasferimento verso Marte, che verrà raggiunto a Febbraio 2021.

LungaMarcia5

Il vettore Lunga Marcia 5, pronto sulla rampa di lancio CNSA qualche giorno fa - AP news

 La data del 23 luglio era stata ufficiosamente preannunciata da qualche settimana e anche noi ne avevamo parlato. Qui ricordiamo che Tianwen-1il cui nome significa "ricerca delle verità celesti" o "domande in cielo", è composta da un orbiter, un lander ed un rover. Dopo un viaggio di sette mesi e l'immissione in orbita marziana, l'orbiter primo resterà in orbita attorno al pianeta per effettuare attività scientifiche e fare da ponte radio per le comunicazioni con la Terra; esso trasporterà sette strumenti, tra cui una videocamera ad alta risoluzione (paragonabile alla HiRISE di MRO) ed una a media risoluzione, oltre ad un radar per indagare il sottosuolo (analogamente a Mars Express), uno spettrometro per mineralogia, analizzatori di particelle neutre ed energetiche ed un magnetometro.

Tianwen launch2

 Il rover ha una massa di 240 chilogrammi, il 30% in più rispetto a Spirit e Opportunity ed anch'esso alimentato da pannelli solari; trasporterà telecamere, uno spettrometro, un altro radar per studiare gli strati sotterranei (come i rover Yutu sulla Luna) e una stazione meteorologica. Atterrerà su Utopia Planitia, la stessa regione dove si posò il lander americano Viking-2 nel lontano 1976, ed è progettato per funzionare almeno 90 giorni marziani. Al progetto hanno contribuito anche l'ESA, la Francia, l'Austria, l'Argentina e altri paesi.

Tianwen launch4

Un'altra suggestiva immagine del lancio - Fonte CNSA?

 Ricordiamo che, solo 3 giorni fa, era partita dal Giappone la prima missione araba verso il pianeta rosso (l'orbiter Hope) e che, nel giro di 1-3 settimane, decollerà anche il rover americano Perseverance.

1000

 Credits: Cai Yang/Xinhua via AP

Riferimenti:
https://twitter.com/AP/status/1286161540559839232?s=20
https://apnews.com/7bbf3472c99a2c8ef11efd8fea3a2321?utm_source=Twitter&utm_campaign=SocialFlow&utm_medium=AP

Altre informazioni su questo articolo

Read 402 times Ultima modifica Lunedì, 27 Luglio 2020 05:50
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Latest from Marco Di Lorenzo (DILO)

1 commento

  • Comment Link Claudio Costerni Domenica, 26 Luglio 2020 20:59 posted by Claudio Costerni

    Io mi chiedo che senso abbia fare una missione così impegnativa dal punto di vista degli studi per concepirla, della progettazione, della lunga preparazione, per poi avere una aspettativa di durata di funzionamento del rover, così modesta, di soltanto almeno 90 gg.
    So bene come è andata a finire con quasi tutte le missioni su e verso altri pianeti, che sono durate molto tempo più del minimo previsto e prevedibile.
    Ma perché il minimo sarebbe solo di 3 mesi e perché limitarla operativamente già in fase di progetto, ancora con dei poco efficenti pannelli solari, anziché installare un buon RTG che non è condizionato dalla mancanza del sole di notte e dal troppo poco sole per tutto l'inverno, nonché dalla polvere marziana, e funziona bene e può fornire elettricità e riscaldare allo stesso tempo, per decenni?

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 27 ottobre. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 26 ottobre [Last updat...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 26 ottobre [Last updat...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/10 - Sol 679] - Meteor...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 21/10/20 ore 00:22). HOT! ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 17 Ottobre [updated on Oct,17]...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista