"Il rover VIPER e la partnership commerciale che lo consegnerà sulla Luna sono un ottimo esempio di come la comunità scientifica e l'industria degli Stati Uniti stanno trasformando in realtà la visione dell'esplorazione lunare della NASA", ha dichiarato nella press release l'amministratore dell'agenzia spaziale statunitense Jim Bridenstine. "I partner commerciali stanno cambiando il panorama dell'esplorazione spaziale e VIPER sarà un grande impulso ai nostri sforzi per inviare la prima donna e il prossimo uomo sulla superficie lunare nel 2024 attraverso il programma Artemis".

Durante la sua missione di 100 giorni terrestri, il rover da circa 500 chilogrammi, percorrerà diversi chilometri per studiare il suolo lunare con quattro strumenti scientifici:

  • NSS (Neutron Spectrometer System), è uno spettrometro di neutroni che permetterà misurazioni indirette della concentrazione di acqua attraverso l'identificazione dell'idrogeno (elemento che compone la molecola d'acqua)
  • TRIDENT (The Regolith and Ice Drill for Exploring New Terrains), un trapano a percussione rotante che arriverà a circa un metro di profondità per sondare il terreno. Mentre la punta del trapano ruota, il materiale viene spinto verso l'alto per consentire agli altri strumenti di eseguire le analisi.
  • NIRVSS (Near-Infrared Volatiles Spectrometer System), analizzerà il campione prelevato da TRIDENT per indicare la natura dell'idrogeno presente che potrebbe appartenere a semplici atomi dell'elemento, molecole d'acqua o ossidrile. Durante le analisi spettroscopiche NIRVSS sarà affiancato da Spectrometer Context Imager, una fotocamera ad ampio spettro che produce immagini con sette filtri per studiare la composizione dei materiali e da Longwave Calibration Sensor, un sensore di temperatura in grado di rilevare variazioni molto piccole.
  • MSolo (Mass Spectrometer Observing Lunar Operations), uno spettrometro che analizzerà i gas derivati dal landing subito dopo l'allunaggio. per distinguerli da quelli nativi della Luna.

Tre di essi voleranno in versione test nel 2021 e 2022 sempre nell'ambito dell'iniziativa Commercial Lunar Payload Services (CLPS) della NASA, di cui fa parte anche VIPER.
"CLPS è un modo totalmente creativo per far progredire l'esplorazione lunare", ha dichiarato Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA. "Stiamo facendo qualcosa che non è mai stato fatto prima: testare gli strumenti sulla Luna mentre il rover è in fase di sviluppo. VIPER e i molti payload che invieremo alla superficie lunare nei prossimi anni ci aiuteranno a realizzare il vasto potenziale scientifico per l'esplorazione del nostro satellite".

Il robot cercherà soprattutto depositi di ghiaccio lunare per la creazione di mappe dettagliate sulla disponibilità di acqua per le future missioni e per aiutare a selezionare i migliori siti di atterraggio.
Gli strumenti di VIPER effettueranno anche importanti misurazioni scientifiche: determinare la posizione, lo stato fisico e la composizione dei depositi di ghiaccio aiuterà a comprendere da dove è arrivata l'acqua lunare, fornendo informazioni sulla distribuzione e l'origine dell'acqua e di altri volatili attraverso il Sistema Solare.

Durante l'esplorazione, il rover resisterà a condizioni di temperatura estreme con variazioni di oltre 250 gradi Celsius tra luce ed ombra, illuminazione dinamica e terreno complesso. La guida, quasi in tempo reale, proporrà nuove sfide ingegneristiche e progettuali che il team dovrà superare. La squadra muoverà il robot attraverso un terreno quasi inesplorato di cui non si hanno buone immagini orbitali. Inoltre, non se ne conosce esattamente la consistenza: duro e compatto, soffice, intermedio... Di conseguenza, VIPER è progettato per un'agilità senza precedenti. Il rover può guidare lateralmente o in diagonale, girare in cerchio e muoversi in qualsiasi modo senza cambiare la direzione verso cui è rivolto. I periodi di oscurità dureranno fino ad una settimana terrestre ma il robot si rifugerà sulle alture per avere solo quattro giorni di buio.Esplorerà crateri perennemente in ombra e per questo motivo sarà il primo rover della NASA ad avere dei fari.

VIPER sarà la prima missione robotica lunare della NASA dai tempi Apollo.