Scritto: Venerdì, 09 Gennaio 2015 10:09 Ultima modifica: Martedì, 20 Gennaio 2015 06:03

Opportunity festeggia 11 anni dalla cima di Cape Tribulation


Il rover veterano Opportunity, che tra un paio di settimane giorni festeggerà il suo undicesimo anno (terrestre) su Marte, ha appena raggiunto il punto più alto sul bordo occidentale del cratere Endeavour, regalandoci una spettacolare vista.

Rate this item
(0 votes)
Opportunity - Cape Tribulation Opportunity - Cape Tribulation Credit: NASA/JPL/Cornell/ Ken Kremer – kenkremer.com/ Marco Di Lorenzo

Dopo quasi 3900 Sols (giorni marziani) su Marte, Opportunity è giunta sulla cima più alta della sua missione, il "Summit" di Cape Tribulation; "un risultato che non può essere sottovaltato" ha dichiarato il prof. Steve Squyres, Science Principal Investigator per il rover, alla Cornell University, poco dopo aver ricevuto il segnale di conferma del raggiunto obiettivo. "Siamo in cima" ha dichiarato Squyres, che ha diretto la missione per oltre quindici anni, dal suo concepimento ad oggi passando per le fasi di sviluppo, lancio, trasferimento e atterraggio su Marte fino alle emozionanti operazioni scientifiche sulla splendida ma inospitale superficie del pianeta rosso; quello di seguito è un mosaico delle immagini riprese dalle Navigation Camera nella nuova posizione, opportunamente assemblate e colorate; al centro è visibile la grande pianura all'interno del cratere mentre sulla sinistra (ingrandendo) è possibile vedere le tracce lasciate dal rover mentre si avvicinava alla cima:

Opportunity at Cape Tribulation Sol 3894

Mosaico di immagini NavCam riprese il Sol3894 (i colori e il cielo sono stati aggiunti artificialmente) - Credit: NASA/JPL/Cornell/ Marco Di Lorenzo/Ken Kremer – kenkremer.com

"Non si può sottovalutare il valore simbolico nell'avere raggiunto il picco più alto dopo una missione che doveva durare solo 90 giorni e che va avanti da 11 anni, soprattutto se consideriamo i problemi tecnici significativi che il rover ha sofferto recentemente" ha notato Squyres. "Abbiamo avuto difficoltà con la memoria flash invecchiata e, finchè non risolveremo il problema, dobbiamo utilizzare il veicolo in una modalità "zoppa" che aggira l'uso di quella memoria" (si veda l'articolo a proposito). "Il drive che ha portato il rover sulla cima è avvenuto durante il Sol 3894 [6 gennaio]" ha detto Squyres, "sono tremendamente felice e orgoglioso del team".

Nella immagine qui sotto è visibile un dettaglio ingrandito delle tracce lasciate dal rover, riprese stavolta con la Panoramic Camera:

Ripresa effettuata dalla PanCam destra con filtro L2 (nel rosso) il Sol 3895

Ripresa effettuata dalla PanCam destra con filtro L2 (nel rosso) il Sol 3895 - Credit : NASA / JPL / Cornell Univ. 

Oggi il rover si trova a una quota di 1380m rispetto alla pavimento di Endeavour, un antico cratere dal bordo eroso con un diametro di 22 km. "Dovrebbe essere una vista grandiosa dentro il cratere, lungo il suo orlo e sulle rocce che formano il Summit", ha dichiarato Squyres. In effetti, il picco della montagna è stato soprannominato “Summit Lithology” dal Prof. Ray Arvidson, il rover Deputy Principal Investigator dell'Università di Washington.

Di seguito una immagine del picco ripreso due settimane prima dell'arrivo sulla cima:

Opportunity at Cape Tribulation Sol 3871

Il summit di "Cape Tribulation" a meno di 100 metri di distanza nel Sol 3871 (mosaico PanCam colorizzato)

Nell'immagine sottostante un riassunto del percorso effettuato in questi 11 anni dal rover, partendo dal piccolo cratere Eagle fino alla attuale posizione, visibile nei due ingrandimenti a destra. Per gli aggiornamenti successivi si veda il sito dedicato alla odometria di Opportunity.

Opportunity Route Map Sol 3894

Nota: questo articolo è in parte tratto da quello scritto dal collega Ken Kremer per AmericaSpace.

Read 2786 times Ultima modifica Martedì, 20 Gennaio 2015 06:03
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Latest from Marco Di Lorenzo (DILO)

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 Luglio [updated on Jul...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 9/7/20 - Sol 574] - Meteo...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 9 Luglio [Last update:...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 Luglio [Last update:...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 24/6/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista