Scritto: Martedì, 09 Ottobre 2012 05:59 Ultima modifica: Sabato, 03 Novembre 2012 21:36

A Rocknest Curiosity ha raccolto il primo campione di suolo marziano


Durante il sol 61 (7 ottobre 2012) Curiosity ha usato per la prima volta la sua paletta, raccogliendo un campione di suolo marziano del sito "Rocknest".

Il campione come già anticipato qualche giorno fa, servirà per pulire le superfici interne delle camere di analisi del rover: verrà fatto vibrare all'interno di ogni laboratorio e poi scartato.

Rate this item
(0 votes)

CURIOSITY sol 61 NavCam L R anaglyph first scoopful

CURIOSITY sol 61 NavCam L R anaglyph first scoopful
"Courtesy NASA/JPL -Caltech" processing 2di7 & titanio44

Durante il sol 61 (7 ottobre 2012) Curiosity ha usato per la prima volta la sua paletta, raccogliendo un campione di suolo marziano del sito "Rocknest".

Il campione come già anticipato qualche giorno fa, servirà per pulire le superfici interne delle camere di analisi del rover: verrà fatto vibrare all'interno di ogni laboratorio e poi scartato.

La paletta ha lasciato un segno sulla superficie di 4,5 centimetri di larghezza per 7 centimetri di lunghezza.

Sui prossimi campioni raccolti inizieranno invece la prime vere analisi con immagini, verifiche chimiche e mineralogiche, grazie alla CheMin (Chemistry & Mineralogy Instrument) e al SAM (Sample Analysis at Mars).
La capacità di Curiosity di raccogliere ed analizzare elementi del terreno marziano, rappresenta una parte fondamentale della missione per la ricerca di forme di vita microbiche passate e presenti.

Il video seguente, a cura del JPL, mostra il primo campione di suolo marziano raccolto dal rover che, all'interno della paletta, inizia a vibrare.
Il filmato è stato montato utilizzando 256 subframe catturati dalla MastCam del rover durante il sol 61 (le immagini raw originali sono disponibili qui http://mars.jpl.nasa.gov/msl/multimedia/raw/?s=61), a circa 8 frame per secondo, interpolato a 32 frame per secondo nella versione finale. Anche se in questo caso il campione viene fatto vibrare per effettuare i test e per pulire la strumentazione, tale procedura aiuterà a capire la composizione del terreno e le sue caratteristiche meccaniche. Buona visione!

 Source: http://youtu.be/V10goCmY2FQ

 

Read 2000 times Ultima modifica Sabato, 03 Novembre 2012 21:36
Alive Universe

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Inte...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 4 Luglio [Last update:...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 30 Giugno [updated on Jun...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 29/6/20 - Sol 564] Meteor...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 24/6/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista