Scritto: Lunedì, 17 Settembre 2012 06:31 Ultima modifica: Lunedì, 30 Dicembre 2013 11:07

Una fredda giornata su Marte


Non c'è che dire, alcune foto di Curiosity ricordano molto il deserto del Mojave (California, USA). A notare l'impressionante somiglianza è il team stesso della missione MSL.

Rate this item
(0 votes)

Curiosity sol 36 Mastcam

CURIOSITY sol 36 Mastcam
"Courtesy NASA/JPL -Caltech" processing 2di7 & titanio44

Non c'è che dire, alcune foto di Curiosity ricordano molto il deserto del Mojave (California, USA). A notare l'impressionante somiglianza è il team stesso della missione MSL.

CURIOSITY sol 36 (MSSS-MALIN) subframe

CURIOSITY sol 36 (MSSS-MALIN) subframe
"Courtesy NASA/JPL-Caltech" processing 2di7 & titanio44

Tuttavia, nonostante le immagini sembrano tanto familiari, i dati rilevati dalla stazione meteo di Curiosity portano a risultati completamente diversi: mentre il cratere Gale assomiglia ai polverosi giacimenti basaltici del sud-ovest americano, il termometro racconta tutt'altra storia.

Nel corso dei primi 30 sol la temperatura dell'aria ha variato dai -75° Celsius durante la notte, a circa 0° Celsius nel pomeriggio.

Su Marte rispetto alla Terra, è evidente una notevole escursione termica, dovuta principalmente ad un'atmosfera più sottile e ad un'aria più secca, meno ricca di vapore acqueo.

Anche nei deserti terrestri le variazioni termiche sono notevoli. Se prendessimo un nostro deserto e lo mettessimo in un'atmosfera meno spessa e più lontano dal Sole, otterremmo sicuramente un ambiente molto simile al cratere Gale.

Quello che risulta comunque particolarmente interessante, è la combinazione delle temperature "più miti" pomeridiane con una pressione atmosferica poco al di sopra del punto triplo dell'acqua.

Ashwin Vasavada della missione Mars Science Laboratory afferma: "l'acqua allo stato liquido potrebbe esistere in un range molto ristretto di condizioni". Sicuramente un'affermazione che entusiasma gli animi ma lo stesso Vasavada ci fa restare con i piedi a terra: "Non ci aspettiamo che Curiosity riesca a vedere acqua allo stato liquido perchè evaporerebbe o ri-congelerebbe troppo in fretta. Con così poco vapore acqueo nell'atmosfera, le molecole di acqua liquida sulla superficie dovrebbero rapidamente trasformarsi in gas."

Read 2099 times Ultima modifica Lunedì, 30 Dicembre 2013 11:07
Alive Universe

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 13 Luglio [Last update...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 12/7/20 - Sol 577] - Mete...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 11/7/20). Le manovre della sonda am...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 Luglio [updated on Jul...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 Luglio [Last update:...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista