Scritto: Giovedì, 03 Novembre 2022 04:27 Ultima modifica: Giovedì, 03 Novembre 2022 05:22

La luna di Marte, Fobos, potrebbe nascondere dei segreti


Un nuovo incontro ravvicinato con Fobos, poco prima di Halloween, ha consentito di testare gli ultimi aggiornamenti installati sulla sonda Mars Express dell'ESA e ha portato a nuove scoperte sull'enigmatica luna marziana.

Rate this item
(1 Vote)
La luna di Marte, Fobos, potrebbe nascondere dei segreti
Crediti: INAF - Istituto Nazionale di Astrofisica

Mars Express (MEX), che orbita attorno a Marte da 19 anni, è arrivato a 83 chilometri da Fobos il 22 settembre 2022 ed è stato in grado di sondare sotto la superficie della luna utilizzando il software aggiornato del suo strumento MARSIS ( Mars Advanced Radar for Subsurface and Ionosphere Sounding).

MARSIS è stato originariamente progettato per studiare la struttura interna di Marte. Di conseguenza, viene generalmente utilizzato alla distanza tipica tra la navicella spaziale e la superficie del pianeta: più di 250 chilometri. Ma di recente ha ricevuto un importante upgrade che ne consente l'utilizzo a distanze molto più ravvicinate e potrebbe aiutare a far luce sulla misteriosa origine delle lune marziane.
"Siamo ancora in una fase iniziale della nostra analisi ma abbiamo già visto possibili segni di caratteristiche precedentemente sconosciute al di sotto della superficie lunare", ha affermato nel comunicato Andrea Cicchetti, membro del team scientifico MARSIS dell'INAF (l'Istituto nazionale per la Astrofisica). "In futuro, siamo fiduciosi di poter utilizzare MARSIS da meno di 40 chilometri. L'orbita di Mars Express è stata messa a punto per avvicinarci il più possibile a Fobos durante una manciata di sorvoli tra il 2023 e il 2025, il che ci offrirà grandi opportunità".

Marte ha due lune, chiamate Fobos e Deimos in onore degli dei della "paura" e del "panico" nella mitologia greca, scoperte nel 1877 dall'astronomo americano Asaph Hall . A differenza delle maggiori lune del nostro Sistema Solare, i satelliti marziani sono minuscoli, rispettivamente di appena 27 chilometri e 15 chilometri. Hanno una forma irregolare e una composizione in comune con gli asteroidi carboniosi di tipo C, il che ha portato a sospettare che in realtà fossero rocce spaziali catturate dalla gravità di Marte. Tuttavia, entrambi orbitano sopra all'equatore del pianeta su traiettorie estremamente circolari il che suggerisce che si siano formati attorno a Marte. Se fossero stati catturati, le orbite sarebbero più ellittiche e su piani diversi. Quindi, il dibattito sulla loro origine è ancora in corso. "Se le due piccole lune di Marte siano asteroidi catturati o fatte di materiale strappato da Marte durante una collisione è una questione aperta", ha affermato Colin Wilson, scienziato della missione Mars Express dell'Agenzia Spaziale Europea, nella stessa dichiarazione 

MARSIS

MARSIS è diventato famoso per aver scoperto sacche di acqua liquida sotto la superficie di Marte.
Lo strumento invia onde radio a bassa frequenza verso il pianeta (o Fobos), utilizzando la sua antenna lunga 40 metri. La maggior parte di queste onde viene riflessa dalla superficie del corpo ma alcune penetrano e si riflettono ai confini tra strati di materiali diversi in profondità. Esaminando i segnali riflessi, gli scienziati possono mappare la struttura al di sotto della superficie e studiarne le proprietà come lo spessore e la composizione.

Il radargram

L'immagine in apertura mostra il "radargramma" acquisito da MARSIS durante il sorvolo di Fobos il 23 settembre 2022. Un radargram mostra gli "echi" creati quando il segnale radio emesso da MARSIS rimbalza su qualcosa e ritorna allo strumento. Più luminoso è il segnale, più potente è l'eco. La linea luminosa continua mostra l'eco dalla superficie lunare. I riflessi inferiori sono o "disordine" causato da caratteristiche sulla superficie lunare o, cosa ancora più intrigante, segni di possibili caratteristiche strutturali al di sotto della superficie 

"La sezione A—C è stata registrata utilizzando una configurazione precedente del software MARSIS", afferma Carlo Nenna, ingegnere del software di bordo MARSIS presso Enginium, che sta implementando l'aggiornamento. La nuova configurazione, invece, è stata utilizzata con successo da D a F.

Le immagini a sinistra e in basso a destra mostrano il percorso dell'osservazione sulla superficie di Phobos.


L'esplorazione futura

L'ESA e i suoi partner stanno partecipando alla prossima missione Martian Moons eXploration (MMX), guidata dall'agenzia spaziale giapponese JAXA, che dovrebbe essere lanciata nel 2024 e prevede di raccogliere 10 grammi della superficie della luna di Marte da riportare sulla Terra nel 2029. Gli strumenti a bordo del Mars Express sono stati vitali per lo studio dettagliato di Fobos propedeudico alla missione.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 565 volta/e Ultima modifica Giovedì, 03 Novembre 2022 05:22

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno" (segui su LinkedIn le mie attività professionali).
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 31 gennaio

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 28 gennaio. Statistiche su...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB