Notiamo però, che nel web le informazioni sono sempre più confuse: sono state riportate spesso immagini con riferimenti errati e purtroppo, anche senza citarne la fonte.

Quindi, poichè anni fa il team di Lunar Explorer Italia, di cui siamo partner, ha contribuito alla nascita di un mito, ci teniamo a fare un po' di chiarezza.

Prima di tutto vediamo di far luce su vari monoliti: dove sono e quali sono le immagini  che li rappresentano.

Partiamo dal più famoso ma non questo, meno esente da errori: il monolite di Phobos.

SP255103
Phobos Monolith SP255103

"Courtesy NASA/JPL." processing 2di7 & titanio44

Questo monolite è frequentemente confuso con un altro, che invece si trova su Marte:

HiRISE PSP 006737 1265
HiRISE PSP_006737_1265 Mars rock " monolith " detail

"Courtesy NASA/JPL." processing 2di7 & titanio44

Questa singolarità è stata scoperta proprio dal Team di Lunar Explorer Italia diversi anni fa: fu scovata dal dott. Gianluigi Barca nell'immagine HiRISE PSP_006737_1265.
Questa roccia è molto diversa da quella presente su Phobos: ha un forma più regolare e squadrata.

L'ultimo arrivato nella famiglia dei monoliti, invece, è sempre su Marte ed era stato segnalato da un utente del famoso forum americano Above Top Secret. Si trova nell'immagine HiRISE PSP_009342_1725 ma a nostro parere non merita di rientrare propriamente nella casistica.

PSP_009342_1725

"Courtesy NASA/JPL." processing 2di7 & titanio44

Osservandolo per la prima volta, la sua forma curiosa che ricorda vagamente una lapide, potrebbe sembrare una vera anomalia.
Contestualizzandolo però, ci si rende facilmente conto che è solo una roccia probabilmente scivolata dal pendio, che ha arrestato la sua corsa piantandosi nel suolo. In effetti, l'immagine opportunamente ruotata, può trarre in inganno: il pietrone non è verticale ma inclinato di 47° rispetto al suo piano orizzontale. Nelle vicinanze, sono chiaramente visibili altri segni di rotolamenti.

Comunque, intorno ai monoliti aleggiano leggende ed ipotesi esotiche: cosa stiamo guardando esattamente? Sono segni di un'antica civiltà?
Ricordiamo ad esempio, quanto scalpore fece il video dell'intervista televisiva a Buzz Aldrin quando, parlando di Phobos, parlò anche del monolite:

"There's a monolith there, a very unusual structure, on this little potato-shaped object that goes around Mars once in seven hours. When people find out about that, they're gonna say 'Who put that there? Who put that there?' Well, uh, the universe put it there. If you choose, God put it there."
["C'è un monolito, una struttura molto insolita, su questo piccolo oggetto a forma di patata che gira intorno a Marte ogni sette ore. Quando la gente verrà a saperlo, dirà 'Chi ce l'ha messo? Chi ce l'ha messo?' Bene, ce l'ha messo l'universo. O se preferite, ce l'ha messo Dio."]

Nonostante le teorie avanzate siano affascinanti, noi riteniamo che in questi casi specifici, stiamo guardando solo bizzarre forme naturali.

Il monolite su Phobos, ad esempio, se osservato attentamente in una delle nostre ultime elaborazioni ed ingrandimenti, sembra addirittura essere costituito da più elementi e questo forse lo rende un po' meno monolite e un po' più roccia!

dettaglio SP255103
Il monolite di Phobos - dettaglio SP255103
"Courtesy NASA/JPL." processing 2di7 & titanio44

Non dimentichiamo poi quanta geometria e matematica è in grado di regalarci la natura anche qui sulla Terra.

Tuttavia, lasciando spazio a tutti i punti di vista, ci auguriamo che almeno questo nostro breve articolo aiuti a fare un po' di chiarezza su uno degli argomenti più amati sul web.