L'immagine a lunga esposizione mostra il movimento della volta celeste attorno alla stella polare (che a quelle latitudini è sotto l'orizzonte) e il ventaglio dei fasci laser arancioni che costituiscono il sistema 4LGSF (Four Laser Guide Star Facility) che consta, per ogni telescopio, di 4 laser da 22 W con fasci ampi 30 cm che servono a creare altrettante "stelle artificiali" nella regione inquadrata, in modo da avere un riferimento per il sistema di ottiche adattive (AO), in grado di correggere il fronte d'onda in arrivo e restaurare l'immagine degli oggetti astronomici da studiare senza le distorsioni dovute all'atmosfera.