Il Sole stava tramontando nel cratere Jezero, alle 18:30 circa ora locale quando Perseverance ha scattato una sequenza 8 foto con la Navigation Camera. Quella in apertura è la prima della serie.

Le nuvole di Marte sono molto simili ai cirri della Terra ma più sottili. Mentre le nubi terrestri possono contenere acqua liquida, le basse temperature e le pressioni su Marte consentono solo la formazione di nubi di ghiaccio d'acqua e ghiaccio di CO2.
L'acqua è così scarsa che se si depositasse tutta in superficie, formerebbe uno strato più sottile di una singola ciocca di capelli.

Lo studio delle nuvole aiuta gli scienziati a capire l'atmosfera e come funziona il ciclo dell'acqua su Marte oggi, il trasporto del vapore acqueo e come le temperature e l'abbondanza di acqua variano con l'altitudine. Osservando il movimento delle nuvole, si può anche ricavare la velocità e la direzione del vento.

Nonostante siano sottili, queste nuvole hanno ancora un impatto sul riscaldamento e sul raffreddamento dell'atmosfera attuale, e in passato le nuvole potrebbero aver svolto un ruolo molto più importante nel sostenere un'atmosfera più calda che ha permesso all'acqua liquida di scorrere sulla superficie del pianeta.

Ci sono modelli stagionali per le nuvole marziane. Per alcuni mesi intorno al solstizio d'estate settentrionale, i veicoli spaziali orbitali osservano molta attività nuvolosa tra ~ 10° sud e 30° di latitudine nord. Poiché Perseverance sta esplorando il cratere Jezero, che si trova a circa 18° nord, è in un posto ideale per osservare le nuvole dalla superficie. Al momento manca più di un mese all'inizio nominale di questa stagione nuvolosa ma stiamo il cielo è già più attivo.