Questa immagine, pubblicata già su APOD quattro giorni fa, è stata qui ulteriormente processata per mostrare ancora meglio le strane strutture bluastre che circondano le galassie centrali dell'ammasso (ovali bianchi) e che sono versioni multiple e distorte dalla lente gravitazionale di una galassia molto più distante, situata dietro l'ammasso. Sulla sinistra, si nota un lungo e sottile arco azzurrognolo che potrebbe essere una ulteriore immagine prodotta dalla lente, causata principalmente dalla gravità della materia oscura dell'ammasso; qui sotto, è possibile apprezzarlo meglio in una versione ingrandita ed ulteriormente processata. La fotografia è stata ottenuta dal telescopio spaziale Hubble, utilizzando gli strumenti WFC3 e ACS attraverso quattro differenti filtri che vanno dal vicino ultravioletto al vicino infrarosso (0,33÷1.6 μm); il campo qui abbracciato corrisponde a circa 2 minuti d'arco e il nord è in alto a destra. Le osservazioni delle quattro galassie centrali in interazione hanno fornito indizi sul fatto che la materia oscura intorno a una di esse non si stia muovendo con la galassia stessa, implicando che possano essere in atto interazioni di natura non nota della materia oscura con se stessa.

Abell 3827d

Credits: ESA/NASA/HST - Processing: Marco Di Lorenzo