Scritto: Venerdì, 25 Dicembre 2020 02:20 Ultima modifica: Venerdì, 25 Dicembre 2020 19:20

Il bolide di Natale


Apparso nella notte tra il 22 e il 23 dicembre, (curiosamente in Italia erano le 00:23 del 23), un gigantesco bolide ha attraversato il cielo della Cina centro-meridionale illuminando a giorno il paesaggio e sprigionando una energia di 9,5 kton, oltre metà dell'esplosione di Hiroshima. Aggiornamento pomeridiano

Rate this item
(0 votes)
Il bolide di Natale Credits: NASA/CNEOS/JPL/Caltech/A.Chamberlin - Processing: Marco Di Lorenzo

 Nelle due mappe a destra vediamo la collocazione geografica riportata sul sito cneos della NASA (latitudine 31,9° Nord, longitudine 96,2° Est), in una regione del Tibet nord-orientale, a circa 4000m slm e a sud-ovest di Nangqen. Sulla sinistra, tre fotogrammi di un video ripreso dagli abitanti del luogo, poco prima che la "palla di fuoco" sparisse dietro le montagne. Si stima che l'oggetto dovesse avere un diametro di circa 8 metri e una velocità di 13,6 km/s prima dell'ingresso in atmosfera; proveniva da Nord-Nord-Ovest (come indicato dalla freccia rossa nella mappa), ed è esploso nella stratosfera, a un'altezza di circa 35 km dopo un "volo" durato oltre un minuto, quindi con traiettoria decisamente radente. E' probabile che alcuni frammenti siano poi caduti sul terreno e qui sotto è mostrata la localizzazione ricavata triangolando i boati infrasonici rivelati da tre stazioni CBCTO e confrontata con la suddetta localizzazione NASA:

Bolide cinese CBCTO

 Nella lista del sito suddetto, l'evento è al quindicesimo posto per energia liberata ed è il più importante da due anni a questa parte, cioè da quando un bolide si disintegrò sopra lo stretto di Bering il 18/12/18. Stranamente, l'oggetto che lo ha originato, pur avendo dimensioni ragguardevoli e una bassa velocità di avvicinamento, è sfuggito alle survey automatiche e quindi non c'è stato alcun preavviso. Una prima orbita, ricostruita in base alla traiettoria di ingresso, risulta decisamente allungata e molto simile a quella dell'asteroide 2008 YA29, che adesso è lontano da noi (circa 80 milioni di km) ma del quale il bolide potrebbe essere un frammento staccatosi in passato.

https://twitter.com/metesohtaoglu/status/1341742062778142721?s=20

https://www.youtube.com/watch?v=N-npJtRt2TI

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 122 volta/e Ultima modifica Venerdì, 25 Dicembre 2020 19:20

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli ultimi articoli di Marco Di Lorenzo (DILO)

Altri articoli in questa categoria: « La futura discesa Euclid strumenti installati »

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 12 Maggio [updated on 05/1...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 11 Maggio [Last update...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 11 Maggio [Last update:&nbs...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

Aggiornato il 10/5/21. Le manovre della sonda...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte (aggior...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 7/5 - Sol 868] - Meteorol...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista