Durante il Sol 10, la fotocamera IDC ha scattato numerose nuove immagini che ritraggono varie parti del lander. Tra queste, spicca la seguente inquadratura dove ho evidenziato con la lettera "A" la bandiera italiana, che è riportata insieme ad altre su una targhetta con le nazioni e le agenzie che hanno contribuito alla missione (la parte del leone l'hanno fatta, oltre alla NASA, le agenzie tedesca e francese i cui nomi sono stampati sulla targa poichè hanno fornito i due strumenti principali di indagine geologica).

 Il contruibuto italiano si è concretizzato essenzialmente in due pezzi. Nel modulo di viaggio c'era lo startracker, la bussola spaziale realizzata da Leonardo Company. A bordo del lander, invece, c'è lo strumento Larri, qui evidenziato con la lettera "B"; si tratta di un microriflettore passivo di ultima generazione, sviluppato dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare con il supporto dell’Agenzia Spaziale Italiana, che fornirà la posizione accurata del lander durante l’esplorazione di Marte grazie ad una serie di retroriflettori che rimandano indietro impulsi di luce laser in modo analogo a quelli lasciati sulla Luna durante le missioni Apollo.

 Per finire, indicate con la lettera "C", ci sono i due microchip contenenti i nomi di migliaia di entusiati (tra cui il sottoscritto e la sua famiglia) che la NASA ha raccolto l'anno scorso.

 

https://mars.nasa.gov/insight/multimedia/raw-images/?order=sol+desc%2Cdate_taken+desc&per_page=50&page=0&mission=insight 
https://www.asi.it/it/news/mars-insight-ammartaggio-riuscito