Nelle ore immediatamente successive al lancio si sono effettuate queste operazioni critiche: il "Mercury Transfer Module" (MTM) ha aperto i due array solari lunghi 15 m che verranno utilizzati per generare energia, mentre le antenne a bordo del "Mercury Planetary Orbiter" (MPO), necessarie per comunicare con la Terra, sono state portate in posizione.

 Il modulo di trasferimento è dotato di tre telecamere di monitoraggio ("M-CAM") che forniscono immagini in bianco e nero con una risoluzione di 1024 x 1024 pixel. La telecamera M-CAM 1 ha fotografato una delle ali solari del modulo di trasferimento (a sinistra), mentre M-CAM 2 e M-CAM 3 hanno catturato le antenne a medio e alto guadagno dell'MPO (rispettivamente a destra e al centro), insieme ad altri elementi strutturali del veicolo spaziale.

 Qui c'è un'infografica che mostra le posizioni delle telecamere a bordo.

 

http://www.esa.int/spaceinimages/Images/2018/10/BepiColombo_s_first_space_selfies