Scritto: Sabato, 01 Ottobre 2022 05:18 Ultima modifica: Sabato, 01 Ottobre 2022 05:34

Scoperto un cratere da impatto in Spagna


Il primo probabile cratere da impatto in Spagna è stato identificato nella provincia meridionale di Almeria.

Rate this item
(3 votes)
Posizione del centro del cratere e raggio di 20 chilometri dell'area interessata dall'impatto nel bacino di Alhabia-Tabernas.
Posizione del centro del cratere e raggio di 20 chilometri dell'area interessata dall'impatto nel bacino di Alhabia-Tabernas.
Crediti: Sánchez-Garrido et al.

Sebbene siano state identificate circa 200 strutture da impatto in tutto il mondo, il nuovo studio è il primo a riconoscere i segni di un cratere da impatto nella penisola Iberica. 
La scoperta è stata presentata la scorsa settimana all'Europlanet Science Congress (EPSC) 2022 da Juan Antonio Sánchez Garrido dell'Università di Almeria. Il documento è il risultato di 15 anni di ricerca da parte di un team internazionale di scienziati dell'Università di Almeria, del Centro di Astrobiologia di Madrid, dell'Università di Lund e dell'Università di Copenaghen.

"Riteniamo che l'evento da impatto si sia verificato circa 8 milioni di anni fa. Abbiamo studiato numerosi aspetti della geologia, mineralogia, geochimica e geomorfologia della regione. I bacini di Alhabia e Tabernas nell'area sono pieni di sedimenti risalenti a un periodo compreso tra 5 e 23 milioni di anni che si sovrappongono a rocce metamorfiche più antiche. Gran parte della struttura dell'impatto è sepolta da sedimenti più moderni ma l'erosione l'ha esposta e ha aperto l'opportunità di studi", ha detto il  professor Sánchez Garrido.

first probable impact spain

Gran parte della struttura dell'impatto è sepolta dai sedimenti più recenti. Il cratere stesso ha un diametro di 4 chilometri ed è sepolto a una profondità di 1000 metri. Il bordo della struttura raggiunge un diametro di 20 chilometri.
Crediti: Sánchez-Garrido et al 2022.

 

Quanto è grande il cratere?

Si pensa che il cratere abbia un diametro di circa 4 chilometri e sia circondato da una struttura più grande di circa 20 chilometri di diametro dove l'impatto causò il collasso degli strati sedimentari.

Le prove della collisione includono diversi esempi di grani di quarzo "scioccati" nella breccia, un tipo di roccia sedimentaria con grandi frammenti cementati in una matrice a grana più fine. I grani mostrano segni di deformazione dovuti alle enormi pressioni a cui sono stati sottoposti durante l'impatto, comprese tra 10 e 30 gigaPascal.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 548 volta/e Ultima modifica Sabato, 01 Ottobre 2022 05:34

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno" (segui su LinkedIn le mie attività professionali).
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 3 febbraio

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 2 febbraio. Statistiche su...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB