Il professore associato presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia, Yicheng Guo, ha spiegato nel comunicato che finora, si è ritenuto che la maggior parte delle galassie a spirale si fosse sviluppata circa 6-7 miliardi di anni dopo la formazione dell'universo. Ma la nuova ricerca dimostra che erano già diffuse 2 miliardi di anni dopo il Big Bang. Ciò significa che la formazione delle galassie è avvenuta più rapidamente di quanto pensassimo in precedenza.

Questa intuizione potrebbe aiutare a migliorare la nostra comprensione di come le galassie a spirale, come la Via Lattea, si sono formate nel tempo.
"Sapere quando si sono formate le galassie a spirale nell'universo è stata una domanda popolare in astronomia perché ci aiuta a comprendere l'evoluzione e la storia del cosmo", ha detto Vicki Kuhn, una studentessa laureata del Dipartimento di Fisica e Astronomia.

"Esistono molte idee teoriche su come si formano i bracci a spirale ma i meccanismi di formazione possono variare tra i diversi tipi di galassie. Queste nuove informazioni ci aiutano a abbinare meglio le proprietà fisiche delle galassie con le teorie, creando una linea temporale cosmica più completa".

Lo studio è stato pubblicato su The Astrophysical Journal Letters.

 

Sviluppo precoce

Da quando il telescopio spaziale James Webb Space Telescope (JWST) della NASA ha iniziato la sua missione, la nostra comprensione del cosmo sta cambiando radicalmente. Le sue osservazioni hanno già dimostrato che lo sviluppo delle galassie nell'universo primordiale era molto rapida e intensa. Con la nuova ricerca, gli scienziati hanno anche scoperto che quasi il 30% delle galassie aveva una struttura a spirale già circa 2 miliardi di anni dopo la formazione del cosmo. Questi dati forniscono un aggiornamento importante sulla storia dell'universo, rispetto alla visione precedente basata fondamentalmente sui dati di Hubble.

"L'utilizzo di strumenti avanzati come JWST ci consente di studiare galassie più distanti con maggiore dettaglio", ha affermato Guo. "I bracci a spirale di una galassia sono una caratteristica fondamentale utilizzata dagli astronomi per classificare le galassie e capire come si formano nel tempo. Anche se abbiamo ancora molte domande sul passato dell'universo, l'analisi di questi dati ci aiuta a scoprire ulteriori indizi e ad approfondire la nostra comprensione della fisica che ha plasmato la natura del nostro universo".