Scritto: Venerdì, 21 Ottobre 2022 08:30 Ultima modifica: Venerdì, 21 Ottobre 2022 09:08

NASA NEOWISE: 12 anni di cielo in time-lapse


Ogni sei mesi, il veicolo spaziale Near-Earth Object Wide Field Infrared Survey Explorer (NEOWISE) compie metà viaggio attorno al Sole, scattando immagini in tutte le direzioni. Con queste foto, gli scienziati hanno ricreato un filmato che abbraccia un intero decennio.

Rate this item
(2 votes)
Questo mosaico è composto da immagini che coprono l'intero cielo, scattate dal Wide-field Infrared Survey Explorer (WISE) come parte dell'All-Sky Data Release 2012 di WISE. Osservando l'intero cielo, WISE può cercare oggetti deboli, come galassie lontane, o rilevare gruppi di oggetti cosmici.
Questo mosaico è composto da immagini che coprono l'intero cielo, scattate dal Wide-field Infrared Survey Explorer (WISE) come parte dell'All-Sky Data Release 2012 di WISE. Osservando l'intero cielo, WISE può cercare oggetti deboli, come galassie lontane, o rilevare gruppi di oggetti cosmici.
Crediti: NASA/JPL-Caltech/UCLA

Le immagini, cucite insieme, generano una mappa del cielo che mostra la posizione e la luminosità di centinaia di milioni di oggetti. 18 di esse (la 19a e la 20a usciranno a marzo 2023) sono state utilizzate per ricreare il time-lapse.
Ogni mappa costituisce già un'importate risorsa per gli scienziati ma vederle in sequenza aiuta ancora di più la nostra comprensione dell'Universo: il confronto può rivelare oggetti distanti che hanno cambiato posizione o luminosità nel tempo.

"Se esci e guardi il cielo notturno, potrebbe sembrare che nulla cambi mai, ma non è così", ha affermato Amy Mainzer, ricercatrice principale per NEOWISE presso l'Università dell'Arizona. “Le stelle brillano ed esplodono. Gli asteroidi stanno sfrecciando. I buchi neri stanno facendo a pezzi le stelle. L'universo è un luogo molto occupato e attivo".

NEOWISE è un progetto nato dalla missione WISE, un osservatorio lanciato nel 2009 e incaricato di scansionare l'intero cielo per trovare e studiare oggetti al di fuori del nostro Sistema Solare. Il veicolo spaziale utilizzava rivelatori raffreddati criogenicamente sensibili alla luce infrarossa. La missione WISE si concluse nel 2011 dopo che il liquido di raffreddamento a bordo, necessario per alcune osservazioni a infrarossi, si esaurì ma il veicolo spaziale e alcuni strumenti erano ancora funzionanti. Quindi, nel 2013, la NASA lo ripropose per tracciare asteroidi e altri oggetti vicini alla Terra, o NEO (da qui il nome della nuova fase della missione). Tuttavia, ogni sei mesi, il telescopio a infrarossi ha continuato anche a scansionare il cielo e gli astronomi hanno utilizzato i dati per studiare oggetti al di fuori del nostro Sistema Solare. Queste osservazioni nell'arco di oltre un decennio, hanno permesso di mappare e studiare le nane brune, scoprire e monitorare le protostelle, migliorare la comprensione dei buchi neri.

"Non avremmo mai previsto che il veicolo spaziale avrebbe funzionato così a lungo, e non credo che avremmo potuto prevedere la scienza che saremmo stati in grado di fare con così tanti dati", ha affermato Peter Eisenhardt, astronomo del Jet Propulsion Laboratory della NASA e Scienziato del progetto WISE.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 3106 volta/e Ultima modifica Venerdì, 21 Ottobre 2022 09:08

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno" (segui su LinkedIn le mie attività professionali).
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 2 febbraio

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 2 febbraio. Statistiche su...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB