Scritto: Sabato, 08 Ottobre 2022 00:20 Ultima modifica: Domenica, 09 Ottobre 2022 07:20

Un'affollata stazione spaziale


La capsula Crew-5 Dragon 'Endurance', con il suo equipaggio di quattro astronauti, è arrivata alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) accolta calorosamente dai residenti dell'avamposto orbitale.

Rate this item
(1 Vote)
Nell'immagine l'equipaggio di Crew-5 accolto calorosamente dai residenti della ISS.
Nell'immagine l'equipaggio di Crew-5 accolto calorosamente dai residenti della ISS.
Credito: NASA/TV

La capsula Crew Dragon Endurance di SpaceX è arrivata giovedì alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), consegnando membri dell'equipaggio statunitensi, giapponesi e russi al complesso che andranno a sostituire i quattro astronauti che concluderanno la loro missione scientifica di lunga durata la prossima settimana.

 La Crew Dragon ha eseguito un attracco automatizzato con il boccaporto anteriore del modulo Harmony della stazione spaziale alle 21:01 UTC di giovedì 6 ottobre, completando un transito di 29 ore da una rampa di lancio al Kennedy Space Center della NASA in Florida. Circa due ore dopo, il comandante di Endurance, l'astronauta NASA Nicole Mann, il pilota Josh Cassada e gli specialisti di missione Koichi Wakata e Anna Kikina sono entrati nella stazione spaziale per salutare i sette astronauti e cosmonauti che già vivono e lavorano a bordo dell'avamposto. Il loro arrivo ha portato temporaneamente le dimensioni dell'equipaggio della stazione a 11 persone.

 Kikina è il primo cosmonauta russo a volare su una capsula per equipaggi di SpaceX e il primo cittadino russo in generale a essere lanciato su qualsiasi razzo statunitense dal 2002. L'arrivo ha segnato il quinto attracco alla stazione spaziale di una missione operativa di rotazione dell'equipaggio da parte di SpaceX nell'ambito di un contratto multimiliardario di trasporto di astronauti per la NASA. Questa missione, nota come Crew-5, è stata lanciata mercoledì in cima a un razzo Falcon 9 dal Kennedy per iniziare una spedizione di ricerca pianificata di cinque mesi sulla stazione.

 L'astronauta italiana dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA), Samantha Cristoforetti, comandante dell'equipaggio della Spedizione 68 della stazione spaziale, ha accolto Mann, Cassada, Wakata e Kikina nel laboratorio di ricerca. "Questo è un equipaggio molto speciale perché è la prima volta che abbiamo un cosmonauta russo che vola su un Crew Dragon, quindi un benvenuto molto speciale ad Anna, che ha rotto il ghiaccio in questo scambio di equipaggio così importante per la resilienza e la robustezza delle nostre operazioni sulla stazione spaziale,” ha affermato Cristoforetti, prima donna del corpo degli astronauti dell'ESA a comandare l'equipaggio di una stazione spaziale.

iss exp68 crew5 dragon arrive 06102022

Nell'immagine la capsula Endurance di Crew-5 a pochi metri dall'attracco con la ISS. Credito: NASA/TV

 Kikina è stata confermata come il quarto membro dell'equipaggio per la missione Crew-5 a luglio, quando la NASA e l'agenzia spaziale russa Roscosmos hanno finalizzato un accordo di "scambio di posti" che consente ai cosmonauti russi di lanciarsi e atterrare su capsule abitate statunitensi e agli astronauti statunitensi di volare verso la stazione spaziale sulle missioni russe Sojuz.

 L'accordo di condivisione dei posti ha lo scopo di garantire che la stazione spaziale sia sempre occupata da almeno un membro dell'equipaggio statunitense e da uno russo, consentendo al segmento del complesso di ciascun paese di rimanere pienamente operativo anche se si è verificato un grave problema o un ritardo nel lancio dell'equipaggio statunitense o russo. L'accordo è inoltre anche progettato per proteggere dal rischio di un'emergenza medica che costringa l'evacuazione di un'intera Sojuz russa o di veicoli spaziali statunitensi. Se ciò accadesse, almeno un membro dell'equipaggio statunitense o russo rimarrebbe ancora sulla stazione.

 L'astronauta della NASA Frank Rubio è stato lanciato verso la stazione spaziale il 21 settembre su una navicella spaziale Sojuz, insieme ai cosmonauti russi Sergey Prokopyev e Dmitry Petelin. "Con il volo di Sojuz e il volo di Crew-5, inizieremo quelli che chiamiamo equipaggi integrati, o voli di scambio, quando un membro dell'equipaggio del segmento russo volerà su un veicolo americano e un americano volerà su un veicolo russo," ha affermato Sergei Krikalev, un cosmonauta veterano e direttore esecutivo dei programmi di volo spaziale umano presso Roscosmos, l'agenzia spaziale russa. "Questo tipo di scambio aumenterà la solidità del nostro programma e continueremo questa pratica per rendere il nostro programma più affidabile," ha affermato Krikalev.

 Mann e Cassada sono stati selezionati come candidati astronauti della NASA nel 2013 e precedentemente assegnati all'addestramento per le missioni sulla navicella spaziale Starliner di Boeing. Dopo che il programma Starliner ha riscontrato ritardi, la NASA ha riassegnato Mann e Cassada a una missione SpaceX in modo che potessero volare nello spazio prima. Sono diventati gli ultimi membri della loro classe di astronauti ad essere lanciati in orbita.

 Koichi Wakata, un astronauta giapponese, è arrivato con la missione Crew-5 per iniziare il suo terzo soggiorno di lunga durata presso la stazione spaziale. È anche la sua quarta visita complessiva al complesso orbitante, inclusa una missione dello space shuttle per aiutare ad assemblare la stazione nel 2000. La missione Crew-5 è il suo quinto volo spaziale in assoluto. Il 59enne ha trascorso 347 giorni in orbita in quattro missioni precedenti e potrebbe diventare il più esperto astronauta non proveniente dagli Stati Uniti o dalla Russia entro la fine della missione Crew-5, all'inizio del prossimo anno.

iss exp68 crew poster

Nella foto ufficiale l'equipaggio di Spedizione 68 al completo. Da sinistra Frank Rubio (NASA), Dmitrij Petelin (Roscosmos), Koichi Wakata (JAXA), Josh Cassada (NASA), Nicole Mann (NASA), Sergej Prokop'ev e Anna Kikina (Roscosmos). Credito: NASA

 Kikina è un ingegnere di 38 anni ed è l'unica donna attualmente attiva nel corpo dei cosmonauti russi. Inizialmente si è allenata per volare su una navicella spaziale Sojuz, quindi ha iniziato a prepararsi per un possibile volo su una capsula Dragon di SpaceX l'anno scorso. Si è addestrata per diversi mesi per la missione Crew-5 prima che il suo incarico fosse finalizzato a luglio.

 "I miei leader mi hanno segnalato e mi hanno chiesto se volevo far parte di Crew-5," ha ricordato Kikina. "Si, perché no! Ma ero così sorpresa. Per me non era previsto. Dopodiché, tutto è iniziato molto velocemente". La Kikina si è fatta subito notare, al suo ingresso nella stazione, per la lunga capigliatura che ha fatto sorridere i residenti e forse creato qualche preoccupazione per il pericolo che qualche capello possa andare ad infilarsi nelle apparecchiature. I compiti di Kikina sulla stazione spaziale includeranno il funzionamento del braccio robotico europeo ERA da un pannello di controllo all'interno della sezione russa dell'avamposto. È anche certificata per passeggiate spaziali utilizzando tute spaziali russe Orlan, anche se non ha attualmente in programma passeggiate spaziali durante la sua permanenza in orbita.

 Con l'attracco della missione Crew-5, il prossimo grande evento sul piano di volo della stazione spaziale sarà la partenza della missione Crew-4. Cristoforetti consegnerà il comando della stazione a Sergej Prokop'ev prima di tornare sulla Terra sulla navicella spaziale Dragon 'Freedom' di SpaceX con i compagni di equipaggio della NASA Kjell Lindgren, Bob Hines e Jessica Watkins. I quattro vivono nella stazione da aprile.

iss exp68 after crew5 arrive 06102022

Nell'illustrazione la situazione dei veicoli in visita alla ISS, dopo l'attracco di Endurance di Crew-5. Credito: NASA

 Gli astronauti di Crew-4 dovrebbero sganciarsi dalla stazione sulla capsula Dragon Freedom di SpaceX mercoledì prossimo, 12 ottobre, per dirigersi verso l'atterraggio al largo della costa della Florida il 13 ottobre. I funzionari della NASA e SpaceX potrebbero modificare il programma in base al tempo e le condizioni del mare nelle zone di ammaraggio nell'Oceano Atlantico e nel Golfo del Messico.

Letto: 838 volta/e Ultima modifica Domenica, 09 Ottobre 2022 07:20

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 29 gennaio

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 28 gennaio. Statistiche su...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB