Scritto: Giovedì, 06 Ottobre 2022 01:08 Ultima modifica: Giovedì, 06 Ottobre 2022 04:57

Crew-5 è in orbita


Con un perfetto lancio di un nuovo Falcon 9 di SpaceX è arrivata in orbita la capsula Crew Dragon 'Endurance'. A bordo due astronauti della NASA, uno del Giappone e la prima cosmonauta russa a volare sul veicolo spaziale di SpaceX.

Rate this item
(1 Vote)
Nella foto l'equipaggio di Crew-5 mentre sta per imbarcarsi sulla Endurance. Da sinistra Anna Kinina, John Cassada, Nicole Mann e Koichi Wakata.
Nella foto l'equipaggio di Crew-5 mentre sta per imbarcarsi sulla Endurance. Da sinistra Anna Kinina, John Cassada, Nicole Mann e Koichi Wakata.
Credito: SpaceX

 La SpaceX e la NASA hanno lanciato un gruppo composto da quattro astronauti verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) come parte della missione Crew-5. L'equipaggio ha volato in cima a un razzo Falcon 9 e alla navicella spaziale Crew Dragon 'Endurance' dallo storico Launch Complex 39A del Kennedy Space Center, mercoledì 5 ottobre alle 12:00:57 locali (le 16:00:57 UTC).

 Al loro arrivo sulla stazione, l'equipaggio trascorrerà circa sei mesi sulla ISS, prendendo il posto degli astronauti di Crew-4, che faranno il loro ritorno sulla Terra a bordo della Crew Dragon 'Freedom', il cui rientro è previsto per mercoledì 12 ottobre. L'equipaggio dell'ultima missione Commercial Crew è composto da quattro astronauti: due della NASA, uno della Japanese Aerospace Exploration Agency (JAXA) e uno dell'agenzia spaziale russa Roscosmos. Tre dei quattro membri dell'equipaggio volano nello spazio per la prima volta.

 Crew-5 è comandato dall'astronauta Nicole Aunapu Mann, 45 anni, di Petaluma, in California. Mann è stata un pilota collaudatore della Marina degli Stati Uniti prima di entrare a far parte della NASA come parte della classe di astronauti del Gruppo 21 nel 2013. È anche membro del "Team Artemis", un gruppo di astronauti idonei alla selezione per futuri voli lunari con equipaggio. Laureata all'Accademia navale degli Stati Uniti, Mann è anche titolare di un master in ingegneria meccanica presso la Stanford University. Come pilota della Marina, ha accumulato oltre 2.500 ore di volo su 25 tipi di aeromobili, avendo prestato servizio in operazioni militari come Iraqi Freedom e Enduring Freedom. Mann ha completato l'addestramento degli astronauti nel 2015 ed era stata assegnata a volare a bordo della navicella spaziale Starliner di Boeing come parte della sua missione Crew Flight Test (CFT). Tuttavia, Mann venne riassegnata a Crew-5 nell'ottobre 2021 a causa di ritardi nello sviluppo di Starliner. Crew-5 è il primo volo spaziale di Mann. Oltre a diventare la prima donna a comandare una Crew Dragon, Mann diventa anche la prima donna nativa americana a volare nello spazio.

 Il collega astronauta della NASA, Josh Cassada, 49 anni, ha occupato il posto di pilotaggio per la missione Crew-5. Cassada è anche lui al primo volo, essendo stato riassegnato da un volo con equipaggio Starliner a Crew Dragon, proprio come Nicole Mann. Cassada è originario di White Bear Lake, Minnesota, ed è laureato in fisica all'Albion College e alla Rochester University. È anche un ex pilota collaudatore della Marina degli Stati Uniti, avendo acquisito oltre 4.000 ore di volo in totale.

iss exp68 spacex falcon9 crew5 liftoff 05102022

Nella foto il lancio del razzo Falcon 9 per la missione Crew-5 di NASA/SpaceX. Credito: SpaceX

 L'astronauta JAXA Koichi Wakata, 59 anni, è uno dei due specialisti di missione per Crew-5 ed è il membro più esperto dell'equipaggio al suo sesto volo spaziale. Wakata è un veterano del volo spaziale, avendo volato in quattro missioni Space Shuttle (STS-72, STS-92, STS-119 e STS-127) e una singola missione Sojuz (Sojuz TMA-11). Con il suo lancio su Crew-5, Wakata entra nel ristretto club, composto da una manciata di astronauti, che hanno volato su tre diverse navicelle spaziali. In precedenza ingegnere strutturale per la Japan Airlines, Wakata si è laureato all'Università di Kyushu con una laurea in ingegneria aeronautica, ingegneria aerospaziale e meccanica applicata. È stato selezionato per entrare a far parte del corpo degli astronauti della JAXA nel 1992, ricevendo un addestramento al volo spaziale presso il Johnson Space Center della NASA.

 La cosmonauta di Roscosmos Anna Kikina, 38 anni, di Novosibirsk, in Russia, è la più giovane astronauta di Crew-5 e la seconda specialista di missione. Kikina sta volando nell'ambito di un accordo di scambio di posti tra la NASA e Roscosmos, in cui gli astronauti russi voleranno su veicoli dell'equipaggio statunitense in cambio di posti della NASA sulla navicella spaziale Sojuz. Kikina è stata selezionata per unirsi al programma spaziale russo nel 2012 ed è attualmente l'unica cosmonauta donna in servizio attivo. È la prima russa a volare su Crew Dragon e il primo cosmonauta a volare su un veicolo di lancio americano dall'STS-113 del novembre/dicembre 2002, quasi vent'anni fa.

 Crew-5 segna anche il secondo volo per la navicella spaziale Crew Dragon 'Endurance', dopo aver volato con la missione Crew-3, lanciata nel novembre 2021 e terminata con uno splashdown nel Golfo del Messico nel maggio 2022. Endurance, ufficialmente designata come C210, è uno dei quattro veicoli della flotta Crew Dragon, insieme a Endeavour (C206), Resilience (C207) e Freedom (C212). Endurance è stato lanciato con il primo stadio del Falcon 9 con sigla B1077-1, che è l'ultimo booster Falcon a unirsi ai ranghi. Dopo il lancio, il primo stadio è atterrato sulla nave drone 'Just Read the Instructions', che era di stanza al largo nell'Oceano Atlantico.

iss exp68 crew5 eistein doll 05102022

Nell'immagine l'interno della Crew Dragon Endurance una volta in orbita. Cerchiato di rosso la mascotte Einstein. Credito: SpaceX

 Durante il transito dal quartier generale di SpaceX a Hawthorne, in California, alla loro struttura di test dedicata a McGregor, in Texas, il B1077 subì alcuni danni quando si era scontrato con un ponte sospeso. Da allora SpaceX ha sostituito l'interstadio composito insieme a molti altri componenti e ha condotto test di accensione del booster a McGregor per qualificarlo per il volo.

 Durante il lancio, i due stadi del Falcon 9 si sono separati circa due minuti e mezzo dopo il decollo, con il secondo stadio che trasportava in orbita la Crew Dragon Endurance e gli astronauti di Crew-5. Dopo la separazione del veicolo spaziale, il secondo stadio deorbitarà da solo per eliminare la possibilità di creare detriti orbitali. Una volta raggiunta l'orbita l'equipaggio di Crew-5 ha mostrato un pupazzo di Albert Einstein utilizzato come rilevatore di assenza di peso. In ogni missione con equipaggio viene scelto, per gioco, un pupazzetto che viene fatto vedere galleggiare al raggiungimento dell'orbita.

 Endurance e l'equipaggio arriveranno alla Stazione Spaziale Internazionale circa 29 ore dopo il T0, attraccando al boccaporto di prua del modulo Harmony, verso le 20:57 UTC di giovedì 6 ottobre. Il lancio di Crew-5 era originariamente previsto per l'inizio di settembre, ma è stato posticipato al 29 settembre dopo che il booster Falcon B1077 era stato danneggiato durante il trasporto. La data di lancio è stata successivamente posticipata nuovamente al 3 ottobre per consentire un po' di respiro tra i veicoli in visita alla ISS e quindi ritardata di altri due giorni a causa dell'arrivo dell'uragano Ian.

 Quando Endurance ha raggiunto lo spazio, un totale di 14 esseri umani vivono e lavoravano in in orbita bassa terrestre. Ciò include i quattro astronauti di Crew-5, i sette astronauti che si trovano già sulla ISS tramite le missioni Crew-4 e Sojuz MS-22 oltre ai tre taikonauti che soggiornano nella stazione spaziale cinese Tiangong. Si tratta di un nuovo record perchè, finora, non vi erano mai stati più di 13 astronauti in orbita nello stesso momento.

iss exp68 crew in space 05102022

Nell'immagine le 14 persone in orbita dopo il lancio di Crew-5. Un nuovo record. Credito: @RevesdEspace

 Ora vi sarà una settimana di passaggio diretto fra Crew-4 e Crew-5, che avrà luogo prima che gli astronauti Kjell Lindgren, Jessica Watkins, Robert Hines e l'attuale comandante della ISS, l'italiana dell'ESA, Samantha Cristoforetti si sgancino e facciano il loro ritorno sulla Terra a bordo della Crew Dragon Freedom.

 Crew-5 è stato il 44esimo lancio di un razzo Falcon 9 di SpaceX quest'anno, nonché il sesto volo orbitale con equipaggio del 2022. Questa è inoltre anche la terza missione spaziale umana lanciata dal Kennedy Space Center quest'anno, dopo Ax-1 e Crew-4, eguagliando un'impresa raggiunta nel 2021, con i lanci rispettivamente di Crew-2, Inspiration4 e Crew-3. Il lancio di mercoledì è arrivato poche settimane dopo l'annuncio della NASA che SpaceX aveva ricevuto altri cinque voli aggiuntivi per il programma Commercial Crew, oltre alle tre missioni assegnate all'inizio dell'anno. Ciò significa che SpaceX può supportare i voli di Crew Dragon verso la ISS fino a Crew-14.

 Tra Dragon e Starliner, che dovrebbe eseguire il suo volo di prova con equipaggio nel 2023, questi voli extra forniranno servizi ininterrotti di trasporto dell'equipaggio per gli astronauti della NASA fino a quando la ISS non raggiungerà la fine del suo ciclo di vita, attualmente pianificato nel 2030.

 Si è trattato infine del 128esimo lancio orbitale globale del 2022, il 124esimo di successo. Per gli Stati Uniti del 65esimo lancio dell'anno.

Altre informazioni su questo articolo

Letto: 364 volta/e Ultima modifica Giovedì, 06 Ottobre 2022 04:57

Ti è piaciuto questo articolo?

Seguici anche su Google News

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi essere registrato e fare login per inserire un commento.

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

coelum logo

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 29 gennaio

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 28 gennaio. Statistiche su...

ISS height

ISS height

Parametri orbitali della Stazione Spaziale interna...

Tiangong orbit

Tiangong orbit

Evoluzione dell'orbita della Stazione Spaziale Cin...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

Odometria e altri dati del rover e del drone Ingen...

LIBRO CONSIGLIATO

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora 

SE8606 GiornalismoScientifico RGB