Axiom Space ha annunciato con un Tweet, martedì 26 gennaio, il suo equipaggio per il primo volo di un gruppo di privati verso una destinazione in orbita bassa terrestre bassa, la prima missione interamente privata proposta per volare verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). La storica proposta Axiom Mission 1 (Ax-1) sarà composta dall'ex astronauta della NASA, ed attualmente vicepresidente di Axiom, Michael López-Alegría nel ruolo di comandante; dall'imprenditore americano e investitore attivista no-profit Larry Connor nel ruolo del pilota; dall'investitore e filantropo canadese Mark Pathy; e dall'investitore e filantropo Israeliano Eytan Stibbe. López-Alegría, che ha volato nello spazio quattro volte in 20 anni di carriera da record alla NASA e ha visitato la ISS per l'ultima volta nel 2007, diventerà la prima persona a comandare una missione spaziale umana sia civile che commerciale. Connor sarà il primo pilota di missione privato negli annali del volo spaziale. Pathy sarà l'undicesimo astronauta del Canada. Stibbe, un amico personale dell'astronauta Ilan Ramon deceduto nel disastro della navetta Columbia del 2003, ed ex pilota dell'aeronautica israeliana, sarà il secondo astronauta di Israele. Entrambi voleranno come specialisti di missione. Il costo del volo dovrebbe aggirarsi sui 55 milioni di dollari a persona. "Questa raccolta di pionieri - il primo equipaggio spaziale del suo genere - rappresenta un momento decisivo nell'eterna ricerca dell'umanità di esplorazione e progresso," ha detto López-Alegría. “So per esperienza diretta che ciò che gli umani incontrano nello spazio è profondo e li spinge a dare contributi più significativi al ritorno sulla Terra. E tanto quanto qualsiasi astronauta che è venuto prima di loro, i membri di questo equipaggio hanno realizzato il genere di cose nella vita che li equipaggiano per accettare quella responsabilità, agire in base a quella rivelazione e avere un impatto veramente globale. Non vedo l'ora di guidare questo equipaggio e il loro prossimo contributo significativo e produttivo alla storia umana, sia in orbita che a casa."

L'ex astronauta della NASA Peggy Whitson servirà come comandante di riserva dell'Ax-1, mentre John Shoffner di Knoxville, Tennessee, sarà il pilota di riserva. Portando avanti un approccio consacrato dal tempo dall'era dei voli spaziali civili a quella privata, l'equipaggio principale e quello di riserva dovrebbero seguire insieme l'intero programma di addestramento di Axiom, della durata di circa 15 settimane.

spacex f9 crew1 rollout 09112020

Nella foto il razzo Falcon 9 con la capsula Crew Dragon 'Resilience' per la missione Crew-1 diretta alla ISS. Credit: NASA JSC

La missione Ax-1 includerà l'equipaggio che vivrà a bordo del segmento statunitense della ISS per circa otto giorni, partecipando a progetti di ricerca e filantropici. Infatti la Axiom ci tiene a precisare che non saranno 'turisti' spaziali, ma saranno occupati al 100% in attività di bordo. Connor, che ha fondato e guidato organizzazioni nei settori immobiliare, fintech e no profit, collaborerà con Mayo Clinic e Cleveland Clinic su progetti di ricerca. Egli ha anche intenzione di fornire lezioni didattiche agli studenti della Dayton Early College Academy nella sua città natale di Dayton, Ohio. Pathy sta collaborando con l'Agenzia spaziale canadese e con il Montreal Children’s Hospital, che stanno aiutando a identificare i progetti di ricerca relativi alla salute che potrebbero essere intrapresi durante la missione. Stibbe prevede di condurre esperimenti scientifici di ricercatori e imprenditori israeliani coordinati dalla Fondazione Ramon e dall'Agenzia spaziale israeliana presso il Ministero della Scienza e della Tecnologia e di intraprendere attività educative dall'orbita per ispirare bambini, giovani ed educatori israeliani. "Abbiamo cercato di mettere insieme un equipaggio, per questa missione storica, che abbia dimostrato un impegno permanente per migliorare la vita delle persone sulla Terra, e sono felice di dire che l'abbiamo fatto con questo gruppo," Ha detto Michael Suffredini, Presidente ed Amministratore Delegato di Axiom Space. "Questo è solo il primo di diversi equipaggi Axiom Space le cui missioni private sulla Stazione Spaziale Internazionale inaugureranno davvero un futuro espansivo per gli esseri umani nello spazio e faranno una differenza significativa nel mondo quando torneranno a casa". Axiom Space è l'unico fornitore di missioni orbitali a servizio completo dell'industria spaziale commerciale per astronauti privati ​​e nazionali. La sua offerta all-inclusive fornisce servizi come formazione, trasporto, pianificazione delle missioni, sviluppo hardware, supporto vitale, supporto medico, provviste dell'equipaggio, certificazioni di sicurezza e hardware, operazioni in orbita e gestione generale della missione.

Con la prima opportunità di lancio, inizialmente prevista per ottobre di quest'anno ed ora slittata a non prima del gennaio 2022 a bordo di una capsula Crew Dragon di SpaceX, Ax-1 è la prima delle missioni di astronauti privati “precursori" di Axiom Space sulla ISS - soggetta all'approvazione della NASA e dei suoi partner internazionali. Axiom Space e la NASA stanno lavorando insieme per l'approvazione finale di un accordo formale di ordinamento di base (BOA) per consentire missioni di astronauti privati, con ulteriori discussioni in corso per concordare e autorizzare il profilo di missione dell'Ax-1. Lo scorso anno si era molto parlato della possibilità che, in questo primo volo, vi fosse l'attore americano Tom Cruise ed il regista Doug Liman, per girare il primo film in orbita. Evidentemente non è stato trovato, almeno per ora, un accordo in questo senso. Axiom, con sede a Houston, intende offrire voli di astronauti privati e nazionali verso la ISS a una velocità fino a due all'anno per allinearsi alle opportunità di volo messe a disposizione dalla NASA, costruendo contemporaneamente la propria stazione spaziale finanziata privatamente. I moduli della Axiom Station saranno collegati al nodo Harmony della ISS a partire dal 2024, un'espansione commerciale del laboratorio orbitante per il quale la NASA ha selezionato Axiom nel gennaio 2020.

axiom spacestation digital image 2021

Nell'illustrazione artistica la stazione Axiom ancora collegata alla ISS. Credit: Axiom Space

Al ritiro della ISS, la stazione Axiom si separerà per formare la prima stazione spaziale al mondo a volo libero, sviluppata privatamente e disponibile a livello internazionale, il nodo centrale di una rete di ricerca, produzione e commercio del prossimo futuro in LEO. La Axiom Space è stata fondata nel 2016 con la visione di realizzare una fiorente casa nello spazio a vantaggio di ogni essere umano, ovunque. Durante la costruzione e il lancio del segmento Axiom della Stazione Spaziale Internazionale, per formare un giorno la prima stazione spaziale commerciale a volo libero al mondo, Axiom fornirà l'accesso alla ISS conducendo missioni complete con equipaggio per professionisti e privati astronauti.

Però, a voler essere precisi, la Ax-1 non sarà la prima missione spaziale abitata privata nella storia dell'astronautica. Nell'aprile del 2000 infatti la MirCorp, una compagnia russa che voleva tenere operativa la vecchia stazione spaziale sovietica Mir, inviò la missione Sojuz TM-30 nello spazio. A bordo del veicolo spaziale abitato, il primo finanziato privatamente, i cosmonauti Sergej Zalëtin e Aleksandr Kaleri (facenti però ancora parte del gruppo cosmonauti governativo) attraccarono alla Mir e vi rimasero per 72 giorni, compiendo attività di manutenzione e persino una passeggiata spaziale. Purtroppo il progetto non riuscì più a trovare finanziamenti e la Mir venne abbandonata fino al suo rientro in atmosfera il 23 marzo 2001. Speriamo che questa volta, i tempi siano più maturi per avviare le attività umane private e commerciali in orbita bassa terrestre.