Scritto: Mercoledì, 22 Luglio 2020 23:02 Ultima modifica: Domenica, 26 Luglio 2020 17:37

Sulla ISS finalmente completo il cambio batterie


Sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) si è conclusa la sostituzione delle vecchie batterie. Ora si avvicina, per Behnken e Hurley, il momento del rientro sulla Terra al termine del test della Crew Dragon.

Rate this item
(0 votes)
Nella foto l'astronauta Behnken e  Cassidy durante l'EVA del 21 luglio. Nella foto l'astronauta Behnken e Cassidy durante l'EVA del 21 luglio. Credit: NASA

Il Comandante di Spedizione 63 Chris Cassidy e il Comandante delle Operazioni Congiunte Robert Behnken, entrambi astronauti NASA, hanno completato un'operazione iniziata tre anni e mezzo fa e che ha portato all'aggiornamento del sistema elettrico della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). L'ultima passeggiata spaziale si è tenuta il 21 luglio 2020 ed è durata cinque ore e 29 minuti. I due astronauti avevano ufficialmente iniziato l'US EVA-68 alle 7:12 a.m. EDT (le 13:12 italiane) quando avevano attivato le batterie delle loro tute spaziali. In questa attività extra-veicolare Behnken era designato EV-1 ed indossava la tuta spaziale con strisce rosse, mentre Cassidy, EV-2, indossava quella completamente bianca.

Dato che nella precedente EVA, svoltasi lo scorso 15 luglio, i due astronauti avevano completato la sostituzione di tutte le batterie, in questa uscita hanno iniziato completando le ultime operazioni legate ad esse.

Dopo aver finito rapidamente queste ultime operazioni Behnken e Cassidy si sono poi dedicati all'installazione di unità protettive, che comprendono anche due sensori spettroscopici chiamati RELL (Robotic External Leak Locator), sulla mano Dextre al braccio robotico canadese Canadarm2. RELL verrà utilizzato per poter captare le perdite di ammoniaca, utilizzata nel sistema di raffreddamento della stazione.

Bob e Chris hanno poi rimosso due dispositivi di sollevamento che si trovavano alla base di pannelli solari del vicino traliccio sinistro della stazione. Queste 'H-fixture' erano stati utilizzati per la preparazione prima del lancio dei pannelli solari. La rimozione di uno dei due 'H-fixture', già tentata senza successo durante la EVA precedente, ha messo a dura prova Behnken che ci è riuscito utilizzando un paio di pinze.

iss exp63 eva68

Nella foto l'astronauta Cassidy durante l'EVA del 21 luglio. Credit: NASA

 Superato anche questo imprevisto Bob e Chris si sono spostati all'esterno del modulo Tranquillity. Qui i due hanno proseguito la preparazione del modulo per l'arrivo, il prossimo anno, della camera di compensazione commerciale Bishop della Nanoracks. Dopo la sua installazione, questo nuovo boccaporto sarò in grado di rilasciare esperimenti commerciali e governativi nello spazio.

Un'ultima operazione dei due astronauti ha visto il cablaggio di cavi ethernet e la rimozione di filtri da una telecamera esterna.

Alle 12:41 p.m. EDT (le 18:41 italiane) Behnken e Cassidy hanno concluso la loro EVA, la 68esima dalla parte occidentale, dopo 5 ore e 29 minuti. Questa passeggiata spaziale è stata la decima per ognuno dei due astronauti, raggiungendo, per numero di EVA, quelle di Michael Lopez-Alegria e Peggy Whitson, gli unici altri astronauti americani a completare 10 EVA. Behnken ora ha trascorso 61 ore e 10 minuti di lavoro all'esterno della stazione facendolo giungere al terzo posto dietro Lopez-Alegria e Andrew Feustel, il quarto complessivo. Cassidy invece ha trascorso un totale di 54 ore e 51 minuti in passeggiate spaziali e lo pone al nono posto al mondo in questa particolare classifica.

In totale i membri della ISS hanno condotto 231 attività extra-veicolari in supporto all'assemblaggio e manutenzione del laboratorio orbitante per un totale cumulativo di 60 giorni, 12 ore e 3 minuti di lavoro all'esterno della stazione.

Intanto in Kazakistan si sta preparando il veicolo cargo Progress 76 che porterà rifornimenti alla ISS. Il lancio è previsto giovedì 23 luglio e l'attracco è previsto, dopo poche ore, al boccaporto del modulo Pirs.

Il giorno successivo all'EVA-68, Behnken e Hurley hanno iniziato a prepararsi per il loro rientro sulla Terra. L'ammaraggio della capsula Crew Dragon DM-2 è previsto per il 2 agosto nel Golfo del Messico, circa 19 ore dopo aver lasciato la stazione. I due sono rientrati nella capsula ed hanno verificato che il veicolo fosse in ottime condizioni per la partenza. La missione DM-2 dovrà validare la nuova capsula della SpaceX in tutte le fasi del volo ed il rientro e l'ammaraggio sono le ultime due parti più delicate. Se non verranno riscontrati problemi la SpaceX e la NASA potranno dare il via ai preparativi della missione successiva, quella operativa, denominata USCV-1.

iss bishop

Nel disegno ll dispositivo Bishop, che arriverà sulla ISS il prossimo anno. Credit: NASA

Intanto i cosmonauti russi della Roscosmos, Ivan Vagner ed Anatolij Ivanišin, entrambi Ingegneri di Volo di Spedizione 63, oltre a prepararsi all'arrivo del cargo Progress, hanno proseguito i compiti di manutenzione della stazione e gli esperimenti nel settore russo. Ivanišin, ad esempio, ha controllato i sensori di flusso dell'aria e pulito le ventole ed ha inoltre lavorato ad un'attrezzatura specializzata per l'osservazione della Terra ed il controllo delle radiazioni.

 

Fonti:
NASA: https://blogs.nasa.gov/spacestation/2020/07/21/behnken-and-cassidy-conclude-ten-spacewalks-each/
Nasaspaceflight: https://www.nasaspaceflight.com/2020/07/iss-prepares-for-battery-upgrade-eva/

 

Altre informazioni su questo articolo

Read 145 times Ultima modifica Domenica, 26 Luglio 2020 17:37
Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 10/8/20). Le manovre della sonda am...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 10/8/20 - Sol 605] - Mete...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 agosto [Last update:...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 9 agosto [Last update:...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 6 Agosto [updated on Aug,06].&n...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista