Scritto: Mercoledì, 08 Luglio 2020 12:37 Ultima modifica: Giovedì, 09 Luglio 2020 05:42

Nuove idee per un robot Venusiano


Come si progetta un robot in grado di resistere a temperature da fornace e ad una pressione schiacciante come quella di Venere? A febbraio la NASA aveva lanciato un concorso pubblico per esplorare nuove idee ed ora, ha annunciato il vincitore.

Rate this item
(0 votes)
I progetti dei 15 finalisti del concorso. I progetti dei 15 finalisti del concorso. Crediti: NASA/HeroX

 "La risposta della comunità è stata incredibile e migliore di quanto avessi mai immaginato", ha dichiarato Jonathan Sauder, ingegnere meccatronico senior della JPL. "C'erano così tante grandi idee e concetti ben sviluppati che oltre al primo, secondo e terzo posto, abbiamo deciso di aggiungere due finalisti e altre 10 menzioni d'onore in riconoscimento del fantastico lavoro svolto per questo progetto".

Nel 1981, la sonda Venera 13 dell'Unione Sovietica sopravvisse due ore sulla difficile superficie del pianeta e quel record è rimasto imbattuto fino ad oggi. L'ultima sonda ad atterrare su Venere nel 1985, sempre sovietica, sopravvisse solo 52 minuti. Per cui, progettare un robot in grado di resistere più a lungo è veramente una sfida! 

Il progetto Automaton Rover for Extreme Environments (AREE) guidato da Sauder, si basa sul concetto di un rover con locomozione meccanica in grado di eseguire autonomamente sequenze complesse di operazioni e istruzioni. Il concetto è nato come uno studio dell'Innovative Advanced Concepts (NIAC), della NASA che finanzia le possibili future tecnologie ancora in fase iniziale.

AREE usa una piccola turbina eolica ed un sistema di molle per generare e immagazzinare energia meccanica ed alimentare la sua locomozione, come un orologio da taschino a carica.
In questo modo, l'elettronica sensibile ed i computer sarebbero sostituiti da ingranaggi costituiti da componenti realizzati con leghe avanzate, resistenti al calore. Una macchina costruita così potrebbe durare mesi nel punitivo ambiente venusiano.
Ma come farebbe una macchina del genere a spostarsi sul terreno senza sensori elettronici avanzati? Questa era la domanda alla base della sfida "Exploring Hell: Avoiding Obstacles on a Clockwork Rover" della NASA.

Venere - rover

Il vincitore"Venus Feelers" di Youssef Ghali.
Crediti: NASA/HeroX/Youssef Ghali

Il pubblico ha risposto presentando 572 progetti, realizzate da squadre composte da persone provenienti da 82 paesi.
Le idee sono state diverse: da rulli per rilevare i pericoli a grossi paraurti per bloccare il rover.
Il primo premio è stato assegnato a Youssef Ghali, un architetto, designer, artigiano ed inventore egiziano.

...E la progettazione del rover venusiano va avanti, chissà se poi la missione sarà effettivamente messa in programma.
Sicuramente diventerebbe motivo di orgoglio per la NASA e per gli Stati Uniti battere il primato sovietico ma quale sarebbe il vero ritorno scientifico?

Altre informazioni su questo articolo

Read 298 times Ultima modifica Giovedì, 09 Luglio 2020 05:42
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 12/8/20 - Sol 607] - Mete...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 11 Agosto [updated on Aug,11].&...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 11/8/20). Le manovre della sonda am...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 agosto [Last update:...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 9 agosto [Last update:...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista