Scritto: Giovedì, 31 Ottobre 2019 05:34 Ultima modifica: Giovedì, 31 Ottobre 2019 06:01

Nostalgia di Plutone


La NASA ha finanziato il Southwest Research Institute (SwRI) per studiare la fattibilità ed il costo per inviare una sonda in orbita attorno a Plutone, si legge nel comunicato pubblicato ieri.

Rate this item
(0 votes)
Immagine di Plutone con i colori accentuati. Al centro la regione "Tombaugh" ricca di ghiacci d'azoto. Immagine di Plutone con i colori accentuati. Al centro la regione "Tombaugh" ricca di ghiacci d'azoto. Crediti: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Southwest Research Institute

L'analisi è una delle dieci commissionata dall'Ente Spaziale Americano per pianificare l'esplorazione planetaria nella prossima decade.

La missione New Horizon, con un sorvolo nel sistema del pianeta nano e del KBO 2014 MU69, l'oggetto più lontano e più primordiale visitato finora, ha prodotto risultati promettenti e convincenti tanto da auspicarsi che ci sia un seguito.
"Siamo entusiasti di avere questa opportunità", ha dichiarato il dott. Carly Howett dello SwRI.
"Il nostro concetto di missione prevede di inviare un singolo veicolo spaziale in orbita attorno a Plutone per due anni terrestri prima di visitare almeno un KBO e un altro pianeta nano".
Ovviamente una permanenza prolungata attorno al pianeta nano ed un paylod mirato, progettato a partire da tutte quelle eccezionali scoperte messe a segno da New Horizons, renderebbero la missione potenzialmente ricca di scienza.

"In uno studio finanziato dallo SwRI che ha preceduto questa nuova analisi finanziata dalla NASA, abbiamo sviluppato un tour orbitale nel sistema di Plutone, dimostrando che la missione era possibile con normali vettori e sistemi di propulsione elettrica esistenti", ha affermato il dott. Alan Stern, ricercatore principale per la missione New Horizons. “Abbiamo anche dimostrato che è possibile utilizzare gli assist gravitazionali della più grande luna di Plutone, Caronte, per sfuggire all'orbita di Plutone e tornare nella Cintura di Kuiper per l'esplorazione di più di KBO come MU69 ed almeno una volta più di un pianeta nano per un confronto con Plutone".

So già che se questa missione ci sarà, diventerà una delle mie preferite. Incrociamo le dita!

Altre informazioni su questo articolo

Read 633 times Ultima modifica Giovedì, 31 Ottobre 2019 06:01
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Inte...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 4 Luglio [Last update:...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 30 Giugno [updated on Jun...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 29/6/20 - Sol 564] Meteor...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 24/6/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista