Grazie alla decelerazione impartita dal motore a ioni, entro il fine settimana la sonda si troverà nel punto indicato dalla croce marrone, a circa 2500 km; allora la sonda interromperà la decelerazione e inizierà la manovra di approccio finale, che finirà tra circa un mese a soli 20 km di altezza. A partire da Settembre e per oltre un anno la sonda rimarrà nelle immediate vicinanze dell'asteroide e si prevedono anche brevi contatti con la superficie, con il rilascio di un minirover e la raccolta di campioni da riportare a Terra. Adesso Ryugu dovrebbe sottintendere 15 secondi d'arco visto da Hayabusa-2.

Per dettagli e aggiornamenti si veda il Mission Log aggiornato più volte al giorno.