Ebbene, il fenomeno è stato realmente osservato di recente su PKS 1830-211 (un buco nero al centro di una galassia distante miliardi di anni luce) nei raggi gamma, con i satelliti Integral (ESA), Fermi e Swift (NASA). Usando la curvatura della luce dovuta alla gravità di una singola stella vicina, A. Neronov e i suoi colleghi sono riusciti a "vedere" l'immagine ingrandita del getto di materia che si genera in una zona di sole 100 Unità Astronomiche dal buco nero; alla distanza cui si trova l'oggetto, questo equivale a distinguere una formica sulla Luna! 

Fonte:
- http://www.esa.int/spaceinimages/Images/2015/07/Simulated_microlensing