Scritto: Mercoledì, 14 Novembre 2012 13:53 Ultima modifica: Mercoledì, 14 Novembre 2012 20:48

ESA e NASA testano con successo l'Internet interplanetario


La NASA e l'ESA hanno testato con successo una versione sperimentale di Internet interplanetario, controllando un rover sulla Terra dalla Stazione Spaziale Internazionale.

L'esperimento ha utilizzato il Disruption Tolerant Networking (DTN) della NASA.

Rate this item
(0 votes)

LEGO robot

Credit: ESA

La NASA e l'ESA hanno testato con successo una versione sperimentale di Internet interplanetario, controllando un rover sulla Terra dalla Stazione Spaziale Internazionale.

L'esperimento ha utilizzato il Disruption Tolerant Networking (DTN) della NASA, un protocollo di trasmissione di messaggi, una tecnologia dimostrativa che un giorno consentirà di utilizzare Internet per le comunicazioni con veicoli spaziali, habitat o infrastrutture su un altro pianeta.

Il comandate della Expedition 33, Sunita Williams, a fine ottobre, ha utilizzato un computer portatile sviluppato dalla NASA, per pilotare un piccolo LEGO robot situato presso l'European Space Operations Centre a Darmstadt in Germania.

"La prova ha dimostrato la possibilità di utilizzare una nuova infrastruttura di cominicazione per inviare comandi ad un robot di superficie da un veicolo spaziale in orbita e ricevere immagini da esso", ha detto Badri Younes, amministratore aggiunto associato per le comunicazioni e la navigazione spaziale della NASA a Washington. "Con l'esperimento DTN abbiamo verificato che un giorno la Stazione Spaziale potrebbe essere usata dagli esseri umani su un veicolo spaziale in orbita intorno a Marte, per operare sui robot in superficie, o dalla Terra utilizzando i satelliti come stazioni di collegamento".

L'architettura DNT è una nuova tecnologia di comunicazione simile ad internet, studiata per lavorare su lunghe distanze, tenendo conto dei ritardi temporali associati alle orbite di sonde o rover di superficie su un altro pianeta.

Il cuore è il protocollo Bundle (BP) che è più o meno equivalente al protocollo Internet (IP).

Mentre con il protocollo Internet IP c'è bisogno di un continuo feedback tra i vari nodi di collegamento, DNT ha dovuto fare i conti con errori di trasmissioni ed interruzioni.
DNT si muove quindi nello spazio "hop-by-hop", ossia si disconnette in attesa del collegamento seguente, archiviando temporaneamente le informazioni, pronte per essere inoltrate al nodo successivo non appena diventa disponibile.

Read 3950 times Ultima modifica Mercoledì, 14 Novembre 2012 20:48
Alive Universe

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 13 Luglio [Last update...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 12/7/20 - Sol 577] - Mete...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 11/7/20). Le manovre della sonda am...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 Luglio [updated on Jul...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 Luglio [Last update:...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista