Scritto: Mercoledì, 21 Gennaio 2015 05:26 Ultima modifica: Mercoledì, 21 Gennaio 2015 06:16

Elon Musk punta all'Internet interplanetario


Elon Musk, CEO e fondatore della compagnia statunitense SpaceX, finito in prima pagina nei giorni scorsi per lo spettacolare tentativo di recupero del primo stadio del vettore Falcon 9, continua a mantenere viva la sua popolarità.
L'imprenditore, ormai noto per le sue idee futuriste, spera di portare gli uomini su Marte entro 10, 12 anni al massimo ma con tutte le comodità: Internet potrebbe essere una di queste.

Rate this item
(0 votes)
Elon Musk - CEO SpaceX Elon Musk - CEO SpaceX

Per iniziare, l'idea è quella di incrementare le potenzialità di Internet sulla Terra, un processo che potrà finanziare i futuri piani per Marte della SpaceX: il programma prevede di mettere in orbita centinaia di satelliti a 1.200 km sopra le nostre teste, mentre altri verrebbero posizionati ad una quota inferiore per migliorare la velocità e l'accessibilità dalle aree più remote.

Musk fa sapere che ci vorranno almeno cinque anni per godere della nuova rete "ma sarà una fonte di reddito a lungo termine per la SpaceX, per finanziare una città su Marte... Il nostro obiettivo è quello di creare un sistema di comunicazione globale, il più grande di cui si sia mai parlato fino ad oggi".

Detto fatto! Ecco che arrivano i finanziamenti del colosso americano Google e della società finanziaria Fidelity, che deterrà circa il 10 per cento delle quote.

La pressrelease sul sito della SpaceX ne da velocemente notizia:

Space Exploration Technologies (SpaceX) has raised a billion dollars in a financing round with two new investors, Google and Fidelity. They join existing investors Founders Fund, Draper Fisher Jurvetson, Valor Equity Partners and Capricorn. Google and Fidelity will collectively own just under 10% of the company.  

Già a fine 2014, Musk aveva confermato che stava lavorando ad una rete di satelliti a basso costo in grado di fornire l'accesso ad Internet in tutto il mondo. Su Twitter aveva scritto: "è ancora nelle prime fasi di sviluppo, micro-satelliti avanzati operanti in grandi formazioni".

Read 1665 times Ultima modifica Mercoledì, 21 Gennaio 2015 06:16
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 Luglio [updated on Jul...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 9/7/20 - Sol 574] - Meteo...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 9 Luglio [Last update:...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 Luglio [Last update:...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 24/6/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista