Alive Universe

Alive Universe

Un grande gruppo di quasar (LQG), una raccolta estremamente luminosa di nuclei galattici alimentati da buchi neri, questa sarebbe la struttura più grande di tutto l'Universo che si estende per 4 miliardi di anni luce ed è così grande da sfidare la moderna teoria cosmologica.

L'asteroide Apophis non colpirà la terra nel suo passaggio ravvicinato del 2036: la conferma arriva dal NASA Jet Propulsion Laboratory di Pasadena, California, grazie alle informazioni aggiornate ottenute con le osservazioni del 2011, 2012 e ai recentissimi dati del Herschel Space Observatory dell'Agenzia Spaziale Europea.

A partire da questo mese la NASA utilizzerà dei voli Uav (Unmanned Aerial System, aerei senza pilota controllati da remoto) a quota 65.000 metri sopra l'oceano Pacifico, vicino all'equatore, al largo della coste del Centro America, per sondare le alte regioni inesplorate della nostra atmosfera e trovare risposte ai cambiamenti climatici.

Grazie al Herschel Space Observatory dell'Agenzia Spaziale Europea, lo scorso weekend, gli astronomi sono riusciti a catturare nuove osservazioni dell'asteroide Apophis mentre si avvicina alla Terra: i dati mostrano che la roccia spaziale potrebbe essere più grande di quanto stimato e meno riflettente.

Mercoledì, 09 Gennaio 2013 13:57

Brutto tempo sulla nana bruna by Hubble e Spitzer

Gli astronomi utilizzando i telescopi spaziali Spitzer e Hubble hanno sondato la tempestosa atmosfera di una nana bruna, creando una dettagliata "mappa del tempo": è previsto vento forte e grandi nuvole!

Lo studio è stato presentato al meeting American Astronomical Society a Long Beach in California, mentre i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Astrophysical Journal Letters.

Titano fa continuamente parlare di sé e diventa sempre di più un mondo alieno simile alla nostra Terra: grazie ai dati inviati dalla sonda della NASA Cassini, gli scienziati del team ritengono che i laghi della grande luna di Saturno possano essere ricoperti da blocchi di ghiaccio di idrocarburi.

La presenza di aree ghiacciate potrebbe infatti spiegare le letture miste della riflettività delle superfici dei laghi registrate dalla sonda.

Il 7 gennaio 2013, è stato un altro giorno fondamentale per il rover della NASA Curiosity che, per la prima volta, ha utilizzato la sua spazzola per togliere la polvere che ricopre le rocce marziane.

Dopo il clamore scatenato dalle immagini del misterioso e brillante oggetto del sol 61, successivamente ritenuto una parte del rover, ecco una nuova foto che fa parlare di sé.
Lo scatto risale ai subframe del MAHLI (Mars Hand Lens Imager ) del sol 132 di Curiosity.

Venerdì, 04 Gennaio 2013 06:34

Il materiale scuro del grande asteroide Vesta

In un nuovo studio, gli scienziati hanno usato le immagini scattate dalla sonda della NASA Dawn per esaminare le macchie di materiale scuro come il carbone che caratterizzano la superficie di Vesta.

Continua lo studio sui meteoriti marziani. Ne avevamo parlato qui: "I meteoriti all'origine dell'acqua su Marte, come sulla Terra"

Ora, il team di ricerca dell'University of New Mexico's Institute of Meteoritics di Albuquerque, in collaborazione con altre Università e grazie ai finanziamenti della NASA, ha potuto approfondire le analisi di un importantissimo meteorite di piccole dimesioni, il primo scoperto, proveniente da Marte o dalla sua crosta, contenente un quantitivo d'acqua superiore a quello di altri meteoriti di origine marziana.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 15 Luglio [updated on Jul...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 14 Luglio [Last update...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 14 Luglio [Last update...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 12/7/20 - Sol 577] - Mete...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 11/7/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista